Italy

Stefano Bonaccini: “Non escludo in futuro una mia candidatura a premier”

Il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini sarebbe pronto, in futuro, a considerare la poltrona da presidente del Consiglio. "Non mi vedo come candidato premier, anzi mi chiedo ogni giorno se sono in grado di fare il presidente dell'Emilia-Romagna. Resto con i piedi per terra, ma allo stesso modo non precludo nulla, ci si mette a disposizione se si ha passione politica per migliorare la cosa pubblica", ha detto il presidente dem intervistato da Marco Damilano, che gli ha chiesto se si vedeva come candidato premier in futuro, immaginando una ipotetica sfida con il presidente leghista del Veneto, Luca Zaia.

"Non mi permetto di interpretarlo, ma se conosco Zaia la pensa come me. Vogliamo molto bene alle nostre regioni e teniamo i piedi molto a terra", ha aggiunto Bonaccini. "Ci sono cose che ci dividono, lui è della Lega, ma ci accomuna aver messo da parte le differenze politiche e geografiche", nella gestione della pandemia. "Ci sentiamo tutti i giorni, per confrontarci, entrambi abbiamo guardato molto al pragmatismo di sistemi sanitari simili, anche dal punto di vista socio economico per quanto riguarda i territori". Bonaccini ha infine sottolineato che entrambi sentono la "responsabilità" di cui sono investiti, ma "la si deve vivere così – ha ribadito – senza montarsi la testa e stando coi piedi per terra".

Nella sua Regione intanto si stanno svuotando le terapie intensive ed è calato il numero dei ricoveri e degli accessi al Pronto soccorso: "Voglio avere la fiducia di dire che siamo verso la fine dell'epidemia. Oggi per la prima volta dopo due mesi in Emilia-Romagna abbiamo avuto meno di una decina di decessi e poche decine di contagiati", ha detto ancora Bonaccini.

Football news:

Questo è il miglior Milan degli anni: supercambec con la Juve (3 gol in 5 minuti!) salvato l'intrigo in Serie A
Zlatan Ibrahimovic: sono presidente, giocatore e allenatore! Se fossi stato a Milano dall'inizio della stagione, avremmo preso lo scudetto
Sarri sulla sconfitta da Milano: 60 minuti abbiamo giocato a calcio di prima classe. Quindi-torbidità
Pioli sulla vittoria contro la Juve: Milano è diventata una squadra. Possiamo giocare ancora meglio
Pioli ha battuto per la prima volta la Juventus come allenatore
Vardi ha segnato 10 gol All'Arsenal nelle partite della Premier League. Più solo Rooney
Ronaldo segna about assiste 17 partite di Serie A di fila, dove ha segnato 25 (21+4) punti