Italy

Stop mascherine all’aperto: verdetto del Cts atteso già per lunedì

Quasi tutto il Paese in zona bianca e senza coprifuoco da lunedì prossimo e - forse - molto presto senza l’obbligo di mascherina all’aperto. L’ultimo simbolo del Covid sta per cadere anche in Italia, ma la data definitiva su questa disposizione non arriverà prima della prossima settimana. Si dovrebbe tenere la prossima settimana, presumibilmente già lunedì 21 giugno, la riunione del Comitato tecnico scientifico sull'utilizzo delle mascherine all’aperto. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha infatti inviato una richiesta di parere formale al Cts per l'emergenza Covid sulle modalità e i termini della permanenza dell'obbligo di indossare le mascherine all’aperto. Cts chiamato a prendere posizione anche sulla eventuale riapertura delle discoteche, tra i pochissimi settori ancora off limits.

Le date possibili

Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha sottolineato che per ora «non ci sono date». Ma per la fine dell’obbligo di mascherina all’aperto scatterà probabilmente prima della data finora prevista, cioè metà luglio. Già ci sono alcune date possibili e si fa sempre più compatto il fronte di chi spinge per inizio luglio, forse il 5, o comunque non più tardi del 12 del prossimo mese.

Salvini: via le mascherine all’aperto il prima possibile

Nel governo del resto, è da giorni che cresce il pressing in tal senso. «Fanno 40 gradi. Se tutta Europa sta dicendo almeno all'aperto torniamo a respirare, sorridere, lavorare in serenità, io penso che l'Italia debba fare altrettanto. Ringrazio Draghi che ha chiesto un parere al Cts e spero che questo parere arrivi il prima possibile» incalza il leader della Lega, Matteo Salvini.

Di Maio: segnale per i turisti

«C’è un importante tema che può segnare un momento di svolta: superare l’obbligo della mascherina all’aperto. Non possiamo perdere altro tempo, è un segnale anche per i turisti che vogliono venire in Italia, dobbiamo essere totalmente attrattivi» gli ha fatto eco il ministro degli Esteri M5s, Luigi Di Maio.

Palù: auspicabile ai primi di luglio via mascherine all’aperto

Aperture in tal senso vengono anche da medici e scienziati. «La situazione sta andando molto bene, questo però non deve farci abbassare la soglia della sorveglianza e dell’attenzione. Sia la stagione, ma soprattutto la vaccinazione di massa hanno portato a ciò, è sperabile che molto presto ci libereremo della mascherina all’aperto». Via l’obbligo dai primi giorni di luglio? «È auspicabile per tutti» ha affermato il presidente dell’Aifa, Giorgio Palù. «Se siamo all’aperto possiamo fare a meno della mascherina - ha detto il direttore sanitario dello Spallanzani di Roma, Francesco Vaia -, ma bisogna tenerla in tasca perché bisogna metterla nel caso non sia possibile mantenere la distanza, soprattutto quando non siamo con nostri congiunti».

Football news:

La Baviera è Interessante Danilo. La Juventus ha richiesto 30 milioni di euro
Tiago è arrivato nella posizione del Liverpool senza riprendersi da un infortunio
L'Arsenal ha organizzato per Saka un muro con lettere di supporto: non ho parole
Liam Gallagher su Greelish a city: 100 milioni di cazzo. Poi Foden vale più di 500 milioni
Eriksen ha visitato la base Dell'Inter e ha incontrato i compagni di squadra
Il portiere del PSG Marcin Bulka andrà di nuovo in affitto
Oliver Kahn: i club inglesi hanno un incredibile potere finanziario, ma il Bayern ha una forte cultura del successo. Stiamo imparando a prendere i titoli