gravi danni

Una tempesta violentissima con venti oltre i 100 km/h, pioggia e grandine si è abbattuta sul comune di Leersum. A causa dei danni i boschi sono stati dichiarati “zona non sicura”

Sono immagini assolutamente impressionanti quelle che arrivano da Leersum, piccolo comune nella provincia di Utrecht, nei Paesi Bassi, colpito da un temporale di una violenza tale che in tanti lo hanno paragonato ad un tornado. I danni provocati dalla tempesta infatti sono talmente seri che le foreste che circondano la cittadina sono state dichiarate “non sicure” e “zona pericolosa per la vita”, invitando le persone a non accedervi a causa dei numerosi alberi caduti o parzialmente crollati e alle centinaia o addirittura migliaia di rami in bilico. Lo ha riferito la Utrecht Landscape Foundation mentre le autorità hanno segnalato che almeno undici persone sono rimaste ferite, perchè colpite da oggetti di varie dimensioni scagliati via dalla forza dei venti, e alcune di esse sarebbero ricoverate in condizioni serie o gravi.

LEGGI ANCHE =>> Choi-wan devasta le Filippine: la furia della tempesta provoca 9 morti e gravi danni

Centinaia di tetti scoperchiati, alberi sradicati e auto danneggiate

La tempesta, nel suo momento di massima potenza, ha infatti seminato distruzione anche nella cittadina scoperchiando centinaia di tetti e provocando la caduta di alberi e cartelli stradali. I venti hanno ampiamente superato i 100 km/h accompagnati da pioggia intensa e grandine che in alcuni momenti è caduta praticamente in orizzontale sbattendo con violenza contro i vetri delle abitazioni. Alcuni video amatoriali testimoniano la preoccupazione e la paura vissuta dai residenti in quei momenti.