Italy

Torino, busta con proiettili alla giudice che ha mandato in carcere la portavoce No Tav

Sono stati recapitati stamattina con la posta due proiettili inviati a Elena Bonu, giudice che aveva respinto la richiesta di misure alternative all’attivista e portavoce dei No Tav, Dana Lauriola, che nei giorni scorsi è andata in carcere. La busta è stata spedita al tribunale di sorveglianza. Gli investigatori della Digos sono al lavoro.


La busta che conteneva i due proiettili calibro 9x21 non ha mittente né un messaggio di rivendicazione ma sembra evidente il collegamento con la lotta contro l’alta velocità che ha caratterizzato la militanza di Dana Lauriola, condannata a due anni di carcere per aver partecipato a una manifestazione in cui al grido di “Paga Monti “ erano state alzate le sbarre al casello dell’autostrada Torino-Bardonecchia e fatto passare le auto senza pagare il pedaggio.


Una giudice "conosciuta per il suo sadismo". Così un sito antagonista, alcune settimane fa, definiva Elena Bonu, il magistrato del tribunale di sorveglianza di Torino cui è stata indirizzata una busta con proiettili. Il testo era un commento alla decisione di non concedere a Dana Lauriola misure alternative alla detenzione dopo una condanna.

Football news:

Hans-Dieter Flick: spero che Alaba firmi un contratto con il Bayern. Il nostro club è uno dei migliori al mondo
Diego Maradona: Messi ha dato a barca tutto, portato in cima. Non è stato trattato come meritava
Federico Chiesa: spero di lasciare il segno nella Juve. Il centrocampista Federico Chiesa ha condiviso le sue impressioni sul passaggio alla Juventus
Allenatore Benfica: non voglio che sembriamo L'attuale Barcellona, non ha nulla
Guardiola sul ritorno a barca: sono felice A Man City. Spero di rimanere qui
Fabinho non giocherà con il West Ham a causa di un infortunio
Ronald Kuman: Maradona era il migliore a suo tempo. Ora il miglior messi