Italy

Tre firme per la svolta, un ambasciatore porterà Porto vecchio nel mondo

Siglato da Dipiazza, Fedriga e D’Agostino il patto sul riuso dopo decenni di attesa. Una figura di alto profilo ne farà conoscere le opportunità a livello internazionale. Il sindaco: «L’aereo che da tempo rullava sulla pista ora decolla Il sistema misto sarà la leva del cambiamento». Il governatore: «Qui mille regionali». D’Agostino: «Create le condizioni perché il privato porti lavoro e ricchezza»

TRIESTE. Dopo decenni di tentativi andati a vuoto, la firma dell’Accordo di programma di giovedì 4 marzo ha aperto la strada a uno sviluppo non più solo teorico del Porto vecchio. A farsene carico sarà l’ente nato dalle firme del sindaco Roberto Dipiazza, del presidente Fvg Massimiliano Fedriga e del presidente dell’Adsp Zeno D’Agostino: il Consorzio Ursus, il cui volto sarà un “ambassador”, è stato rivelato ieri. Una figura di alto profilo incaricata di portare il verbo del Porto vecchio sullo scenario internazionale.

La firma si è tenuta nel salone della Stazione idrodinamica. La pandemia impediva che il pubblico fosse quello delle grandi occasioni, sicché la cerimonia si è svolta in forma “privata”: ad assistervi la stampa e gli uffici di Comune, Regione e Adsp che all’accordo han lavorato per mesi.

Porto vechio di Trieste svolta nel futuro: firmato l'accordo di programma

A far da padrone di casa un sindaco Dipiazza in fibrillazione: «L’aereo che da tempo rullava sulla pista oggi decolla – ha dichiarato dopo i ringraziamenti di rito –. La variante esprime una visione chiara dell’assetto del Porto vecchio, al contempo è uno strumento flessibile, consente di dare libertà agli imprenditori, che conoscono i dettami dell’investimento meglio della pubblica amministrazione».

Dipiazza ha sintetizzato le direttive di sviluppo, dall’espansione del centro storico alla parte turistico-nautica verso il mare e quella verde-sportiva a nord: «Il sistema misto che include tutti i magazzini storici è il cuore della variante, qui saranno ammessi commerciale, alberghiero e residenziale, al massimo al 70% per ogni magazzino».

Il presidente dell’Autorità portuale Zeno D’Agostino ha aggiunto: «La valenza di quello che avviene oggi sta nella composizione del futuro Porto vecchio pensata dalla variante al Piano regolatore. Qui la storia che spira da tutte le pareti si unisce alla voglia di sostenibilità e innovazione della nostra pianificazione».

Fondamentale per la guida dell’Adsp la nascita di Ursus: «Il pubblico oggi dà sostanza alla costituzione di un soggetto che finalmente lavorerà solo per il Porto vecchio. È la bella immagine di un’amministrazione pubblica che crea le condizioni perché il privato porti lavoro e ricchezza». Oggi, ha aggiunto, «è importante dare immagini di riferimento e penso che l’Ursus sia un’immagine potente, su cui vale la pena costruire».

L’intervento più corposo, però, è stato quello del presidente Fedriga, che ha confermato l’intenzione della Regione di costituire una sede unica nei magazzini 2 e 4 e annunciato l’interessamento di Cassa Depositi e Prestiti per lo sviluppo dell’area: «Gli sforzi fatti finora in Porto vecchio sono tanti e grandi, ma sono stati tutti fatti entrando dalla finestra, per così dire. Con questa firma si apre la porta principale per attirare investimenti». Poche aree in Europa, ha proseguito, hanno questa potenzialità: «Sarebbe uno spreco non sfruttarla, anche perché l’interesse è grande».

In questo contesto Fedriga colloca l’ingresso della Regione nel Porto vecchio, inaugurato dal prestito di 26 milioni al Comune e dall’accordo sui magazzini 2 e 4: «Stiamo portando avanti le procedure per spostare tutte le sedi all’interno dello scalo. Lo scopo è favorire gli investimenti, perché non ci limitiamo a mettere a posto due edifici, ma porteremo mille persone che renderanno vivo il tessuto del quartiere. Quando arriveranno le imprese, troveranno già un terreno pronto». La Regione sta discutendo del tema anche con Cassa Depositi e Prestiti che ha costituito una società assieme a Snam per finanziare a fondo perduto aree verdi di riqualificazione urbana: «Loro stessi ci hanno prospettato questa possibilità».

Ora il Comune ha un mese di tempo per far approvare al Consiglio comunale la variante al Piano regolatore, e 60 giorni per costituire il Consorzio Ursus. Su chi occuperà le cariche apicali c’è ancora molto riserbo, ma il sindaco ha annunciato che il volto sarà per l’appunto un “ambassador”: «Una figura di alto profilo che possa far conoscere questa occasione straordinaria a livello internazionale».

Football news:

Mentre dormivi, è arrivata la Super League. La più breve rivisitazione possibile
La UEFA annuncerà presto se la Champions League e L'Europa League saranno pre-giocati in questa stagione. Nei social network ci sono state voci sulla sospensione dei tornei
Nella rivoluzione del Calcio-conduciamo online 🚨 La Super League inizierà ad agosto, aspetta le partite infrasettimanali
FIFA: possiamo esprimere solo disapprovazione in relazione alla creazione di una lega europea chiusa
Agnelli ha lasciato la carica di Capo Dell'Associazione dei club europei. Tutti e 12 i club fondatori della Super League sono andati anche
Il lancio della Super League è previsto per Agosto. 20 club, partite infrasettimanali, i club saranno in grado di giocare nei campionati nazionali
Agnelli lascia la carica di Capo Dell'Associazione dei club europei. I partecipanti alla Super League hanno segnato in una riunione di emergenza-lì hanno sostenuto la UEFA