Italy

Trieste, il tempio delle calzature Rosini chiude i battenti dopo un secolo

TRIESTE Dopo 100 anni di attività chiude la ditta Rosini, tempio delle calzature per un secolo e per tante generazioni di triestini. Un pezzo di storia del commercio cittadino che a fine novembre saluterà i clienti definitivamente. Il titolare spiega, con poche parole, che è arrivato il tempo della pensione. A influire sulla scelta di abbassare le saracinesche di corso Italia e di via Dante anche il mancato rinnovo di una locazione, che ha spinto, in parte, verso la decisione finale.

I maxi sconti applicati sono ben visibili ormai da qualche giorno, in entrambi i punti vendita, e le file di persone, in attesa di entrare, sono frequenti. Nel rispetto delle norme anti-Covid ogni negozio ha una capienza massima, tanti attendono quindi pazientemente all’esterno, per acquistare le ultime scarpe. E nel frattempo i ricordi affiorano, c’è chi racconta di aver comprato qui le calzature per ogni occasione speciale della vita, matrimoni, feste o cerimonie importanti, e chi semplicemente lo riteneva il punto di riferimento per lo shopping da sempre, e a ogni cambio di stagione passava per scegliere modelli e stili diversi.

La nascita dell’azienda risale ai primi anni ’20, quando Guido Rosini apre i battenti del laboratorio artigianale, che poi sarà convertito in spazio commerciale, attivo in corso Italia, dal lato opposto rispetto a quello attuale. Nel corso del tempo verrà avviato anche un locale in via Carducci, poi chiuso. L’inaugurazione del negozio di via Dante risale al 1939, quello presente ora in corso Italia accoglie i primi clienti nel 1961. La gestione resta sempre quella familiare. Nel frattempo si alternano mode, epoche diverse, ma la passione per il settore e la dedizione per il lavoro non cambia per i Rosini, che ora si preparano agli ultimi mesi di impegno tra banconi, scaffali, vetrine e magazzini, tra sandali, stivali e scarpe di diverse stagioni, tutte ribassate per liberare gli spazi.

A spingere verso la decisione di chiudere, fanno sapere, c’è anche la disdetta ricevuta per il foro di via Dante, un mancato rinnovo del contratto che ha contribuito all’idea della chiusura definitiva, a malincuore. Soprattutto per quel punto vendita caratterizzato da arredi storici, realizzati in legno, a mano, da una ditta di Vienna, e rimasto sempre invariato nel tempo, un luogo conservato con attenzione e cura, proprio per mantenere quell’aspetto antico a cui anche molti clienti erano ormai affezionati. E proprio all’interno del negozio che più conserva il passato dell’azienda, sono appese anche alcune foto d’annata, che mostrano gli esterni dei vari locali portati avanti dalla famiglia.

Non si sa al momento chi subentrerà nei due ambienti, se manterranno la stessa destinazione commerciale, se verranno effettuati degli interventi nell’aspetto interno ed esterno e se c’è già un nuovo “inquilino” pronto a stabilirsi. La svendita intanto proseguirà fino alla fine di novembre, con l’obiettivo di vendere quanto più possibile con grandi ribassi, poi sarà il momento di salutare e concludere la lunga avventura. Con Rosini va in archivio un ulteriore capitolo che ha segnato il commercio locale, con l’addio al settore da parte di un altro nome storico dopo quelli di Marchi Gomma, Smolars e Godina.

Football news:

Tutti gli altri sarebbero gia ' stati licenziati. L'ex attaccante Dell'Arsenal Paul Merson ha criticato L'allenatore del Manchester United Ole-Gunnar Sulscher
Ancelotti sul licenziamento di Kuman: fa parte del nostro lavoro. Mi è successo molte volte
Barcellona vuole sbarazzarsi di Luke De Jong in inverno. Non conta su di lui dopo il licenziamento di Kuman
Muller scusato con i tifosi per 0:5 da Gladbach: il Bayern ha giocato catastroficamente male
Hans-Joachim Watzke: L'offerta del Manchester United Per Holland è stata migliore della nostra, ma Raiola ha deciso che Erling sarebbe stato migliore in Borussia
Kuman ha mostrato come l'allenatore di barca non dovrebbe essere. Il licenziamento è in ritardo di un mese
Sheringham su Kane: non gioca in pieno vigore e non dà l'esempio. Il Tottenham ha bisogno di un leader in difesa about centrocampo