Roma, 12 mag. (LaPresse) – “Il 3 marzo la commissione Ue ha adottato una comunicazione sulle politiche di bilancio che delinea l’approccio che la commissione intende seguire circa la clausola di salvaguardia che ha permesso le politiche espansive. La commissione intende ancorare la disattivazione della clausola al ritorno ai valori pre crisi che non dovrebbe arrivare prima del 2023 E’ fuori discussione che le regole debbano cambiare ma il dibattito che impiegherà gran parte del 2022 ma non è ancora partite. La mia linea è che le regole erano inadeguate e sono inadeguate per l’uscita dalla pandemia. Servono politiche che incentivino gli investimenti e aiutino a superare le divergenze tra paesi. L’Italia svolgerà un ruolo di protagonista nel dibattito”. Così il premier Mario Draghi rispondendo al question time alla Camera.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata