Italy

Università, Lettera 150: "no a commissari a spese proprie, Senato sani questa stortura"

23 giugno 2021 | 16.16

LETTURA: 1 minuti

Evoca il disprezzo maoista verso gli intellettuali dei tempi della rivoluzione culturale

alternate text

"Apprendiamo stupefatti che la riforma del reclutamento dei futuri ricercatori a contratto prevederebbe che i commissari esterni non abbiano diritto ad alcun rimborso delle spese di missione. È la prima volta che una legge prevede esplicitamente che un dipendente pubblico sia tenuto a sostenere le spese per svolgere un compito istituzionale". Lo scrive Lettera150, il think tank che riunisce circa 300 accademici di diverse discipline in merito al ddl di riforma all'esame del Senato.

"Troviamo questa misura offensiva nei confronti della categoria dei professori universitari. Evoca il disprezzo maoista verso gli intellettuali dei tempi della rivoluzione culturale - commenta Giuseppe Valditara, coordinatore di Lettera150 - La troviamo anche dannosa per lo stesso funzionamento della riforma. Riteniamo infatti improbabile che un professore sia disponibile a fare il commissario a spese proprie. Auspichiamo che al Senato questa orribile stortura venga sanata".

Tag

Vedi anche

Football news:

Pavel Nedved: Ronaldo è una garanzia di gol, un giocatore estremamente prezioso. La juve fa una scommessa su di lui
Zozulya è passato a Fuenlabrada da Segunda. Il suo trasferimento in Alcorcon è stato Interrotto a causa di fan che lo chiamavano fascista
Spalletti circa 3:0 con il Bayern: Napoli sulla strada giusta. I giocatori hanno già superato le mie aspettative
Kane vuole andare a Man City con Greylish. Presto discuterà la partenza con il Tottenham
Il Real Madrid ha riferito che Audriosola ha contratto il coronavirus
Gasperini su Ilicic: vuole trovare una squadra dove ottenere qualcosa di più significativo
Mbappé non giocherà nella partita per la Supercoppa di Francia. Il gioco si terrà in Israele