Italy

Uno stadio per l’addio a Michele Merlo, il cantante di 28 anni stroncato dalla leucemia

A Bologna, città che lo aveva “adottato” negli ultimi tempi, la camera ardente per rivolgere a Michele Merlo un intimo saluto alla salma. A Rosà, il paese veneto dove il giovanissimo artista pieno di sogni solo in parte realizzati era cresciuto, la cerimonia solenne di addio con uno stadio ad aprire i cancelli per accogliere quante più persone possibili.

Si terrà venerdì pomeriggio, 18 giugno, a partire dalle 17, con ufficializzazione di data e modalità definitive delle esequie concordate proprio in queste ore dopo un incontro tra il sindaco rosatese Paolo Bordignon e il vicequestore di Bassano del Grappa, Elena Peruffo.

Le autorità locali e i responsabili dell’ordine pubblico si sono potuti confrontare mettendo sul piano più ipotesi – tra cui quella iniziale di zona Ca’ Minotto in Villa Marchiorello, poi scartata per la necessità di parcheggi e viabilità adeguati – dopo che dalla Procura di Bologna è giunta ai familiari l’autorizzazione per la sepoltura. Il giovane musicista vicentino, in anni recenti rivelazione in tv con una prima partecipazione a X-Factor e dal 2017 tra i protagonisti di “Amici” era spirato domenica 6 giugno all’ospedale Maggiore di Bologna. Stroncato senza appello da un’emorragia cerebrale, conseguenza di una probabile leucemia fulminante. Sul corpo del ragazzo, che aveva compiuto 28 anni, è stata effettuato l’esame autoptico con esiti al momento sotto riserbo. Da domani mattina alle (fino alle 16) sarà allestita la camera ardente per chi vorrà portare il proprio omaggio al Pantheon della Certosa di Bologna.

Per far luce sulle cause della morte di Michele, ma soprattutto sulla corretta applicazione dei protocolli di soccorso sanitario in occasione del primo contatto con il pronto soccorso di Vergato tre giorni prima, esiste un’inchiesta affidata ai pm bolognesi. Con l’ipotesi di reato di omicidio colposo, verso ignoti. Ora però il capitolo giudiziario va relegato alle aule di giustizia e messo da parte, convogliando i pensieri sulla cerimonia di suffragio all’artista, che ritroverà quei compaesani che aveva reso orgogliosi del proprio concittadino grazie alla sua carriera di cantante ancora sul trampolino di lancio.

Ad accoglierlo saranno in tanti, tra la gente comune di Rosà ad affiancare personaggi dello spettacolo venerdì prossimo, con lo stadio dedicato a Toni Zen – l’impianto sportivo si trova in via dei Santi – ad accogliere l’altare da cui verrà celebrato il rito, il feretro e una “platea” di sedie che ospiterà l’ultimo pubblico e gli applausi più profondo tributati a Michele, alias “Mike Bird” come nome d’arte giocando sulla sua identità anagrafica. I genitori Domenico e Katia hanno indicato l’associazione Ail, ente benefico che raccoglie fondi festinati alla lotta alle leucemie, per eventuali offerte in memoria e a nome del loro figlio.

L’ingresso dello stadio di Rosà

Football news:

Savin ha promesso che Krasava restituirà i soldi per i biglietti per i tifosi in caso di sconfitte nel mese di agosto
Chelsea ha fatto Inter due proposte per Lukaku
Ronaldo è pronto a tornare al Real Madrid. Madrid vuole firmare solo Mbappe (As)
Dopo 10 giorni, la Russia è il quinto nella classifica medaglia di Tokyo-2020. Ancora un po ' - e raggiungeremo il Regno Unito
L'ex giocatore del Liverpool e della Nazionale inglese Downing ha concluso la carriera
Bardzalli su Mbapp di 18 anni: correva a 3.000 miglia all'ora. Ho chiesto a Paratichi perché la Juve non lo ha ancora firmato
Robert Pires: L'obiettivo di Mbappe è vincere la Champions League con il Psg e lo raggiungerà, penso