Priorità per le persone affette da patologie o situazioni di compromissione immunologica che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di Covid-19

A partire dal prossimo 10 maggio, come già annunciato dal commissario all’emergenza Francesco Paolo Figliuolo, la Struttura Commissariale ha disposto l’avvio delle prenotazioni per la somministrazione anche per gli over 50 del vaccino anti-Covid-19, ovvero fino ai nati nel 1971. Questa apertura, si apprende, “avrà carattere di gradualità ed è suffragata dal buon andamento della campagna di somministrazione su scala nazionale delle categorie prioritarie, over 80 e fragili”, riportate nell’ordinanza n. 6 del 9 aprile 2021.
Le prenotazione per i cittadini over 50 verranno recepite “ferma restando – chiarisce l’ufficio del commissario all’emergenza Francesco Paolo Figliuolo – la priorità per le persone affette da patologie o situazioni di compromissione immunologica che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di Covid-19 (comorbidità), seppur senza quella connotazione di gravità riportata per le persone fragili”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata