Italy

Vaccino Pfizer ai ragazzi, Galli: "Più elementi a favore che contro"

11 giugno 2021 | 16.55

LETTURA: 2 minuti

L'infettivologo del Sacco sul no degli esperti in Germania alla fascia 12-17 anni: "Non mi sembra una grande idea quella di assumere atteggiamenti di questo tipo nei confronti del vaccino dei più giovani"

alternate text
Foto Fotogramma

Sul vaccino Pfizer ai ragazzi tra i 12 e i 17 anni sono "più gli elementi a favore che contro". A dirlo all'Adnkronos Salute è Massimo Galli, direttore di Malattie infettive presso l'ospedale Sacco di Milano, commentando il no degli esperti in Germania al vaccino Pfizer contro Covid-19 ai 12-17enni senza malattie.

"Non mi sembra una grande idea quella di assumere atteggiamenti di questo tipo nei confronti del vaccino dei più giovani. E comunque, con le nuove varianti, tra i più giovani il virus circola, al momento senza effetti gravi ma non sappiamo per il futuro. Anche nell'ottica di limitare una circolazione maggiore del virus sono del parere che la vaccinazione sia un fatto ad oggi, anche nei ragazzi, sostanzialmente positivo. Veri elementi per dire che non vada bene, al momento, non ce ne sono. Ci sono più elementi a favore", dice l'infettivologo.

Mai come in questi giorni, ricorda Galli, "è evidente che per la questione vaccini vanno considerati due elementi: l'interesse generale della popolazione e quello individuale, nel rispetto del rapporto rischio- beneficio di chi si vaccina. Se per il vaccino a vettore virale ho pochi dubbi sul fatto di dover riconsiderare l'uso nei giovani, per quanto riguarda l'uso del vaccino Pfizer tra gli adolescenti mi iscrivo ancora tra quelli che hanno una posizione, sulla base dei dati disponibili, che considera globalmente che il beneficio del vaccino superi i rischi che qualcuno prospetta".

Galli sottolinea, infatti che, "per quanto sia difficile che l'infezione porti i giovani in terapia intensiva, è anche vero che se non ci si becca questo virus è meglio. Non conosciamo ancora i suoi comportamenti futuri".

Tag

Vedi anche

Football news:

Cozek si è scusato per le parole sul razzismo e sul Kudel: le mie dichiarazioni sono fraintese. Sono contro il razzismo in qualsiasi forma
Il Presidente del Bayern sui trasferimenti: il calcio dovrebbe avere urgentemente più buon senso. Il Presidente del Bayern Herbert Heiner ha parlato dello Stato del mercato di trasferimento sullo sfondo della crisi causata dalla pandemia del coronavirus
La Croazia non si inginocchierà prima delle partite di Euro 2020
Kane, Kroos, Ibrah: chi avrebbe giocato per la Danimarca se i re danesi avessero mantenuto tutte le loro terre
Yozua Kimmich: vincere L'Euro è il mio grande obiettivo. Non sto andando al torneo con le parole: vediamo se possiamo uscire dal gruppo
Iker Casillas: voglio che Ramos rimanga nella vita reale. È un giocatore estremamente prezioso, uno dei migliori al mondo
A Euro 2004 la Danimarca e la Svezia hanno giocato 2:2 e hanno spazzato gli italiani. Il disegno scandinavo è stato chiamato biscotto 🥠