Italy

Val di Susa, migliaia di No Tav sfilano per protestare contro l’alta velocità: scontri al cantiere tra manifestanti e forze dell’ordine

Sabato pomeriggio migliaia di No Tav arrivati da tutta Italia hanno marciato per i sentieri della Val di Susa verso il cantiere dell’alta velocità. Una volta arrivati davanti ai jersey che sbarravano il sentiero, i militanti hanno provato a rimuovere il filo spinato con delle corde, lanciando pietre, fuochi d’artificio e bombe carta verso l’area del cantiere. Le forze dell’ordine ha risposto con un fitto lancio di lacrimogeni. Nel corso dell’assedio, durato oltre due ore, un altro gruppo di No Tav è riuscito a entrare dentro il cantiere dal lato della zona archeologica di Chiomonte danneggiando cinque mezzi tra cui una jeep lince dell’Esercito. “Se non ci penserà il governo a fermare l’opera – concludono i No Tav – ci penseremo noi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

No Green Pass, da Roma a Genova fino alle migliaia di persone di Milano: in piazza i manifestanti contro il lasciapassare vaccinale

next

Football news:

Dybala e Morata hanno traumi muscolari. Non giocheranno con Chelsea e Torino
L'ex difensore del Manchester United Gary Neville ha criticato lo stile delle scuse dei giocatori sui social network dopo le dichiarazioni del centrocampista Mancunian brunu Fernandes per un rigore non realizzato nella partita del 6 ° turno DELL'APL
Il Presidente del Borussia Dortmund Hans-Joachim Watzke ha parlato delle prestazioni dell'ala Jadon Sancho, venduta al Manchester United in estate
La UEFA ha rifiutato il caso contro i fondatori della Super League-Barça, Real Madrid e Juventus
Agnelli sulla Super League: i suoi valori garantiranno la stabilità dell'industria calcistica
Moriba non ha ancora giocato per Lipsia dopo il trasferimento da Barca. L'allenatore Marsh non conta su di lui
Simeone di Milano: giocare con questo club in Champions League è fantastico. La prima squadra che è cresciuta negli ultimi anni