Carabinieri (foto di repertorio)

La scorsa notte i carabinieri dell’aliquota radiomobile della Compagnia Carabinieri di Chiavari hanno fermato in Val Fontanabuona un 24enne romeno, con precedenti di polizia, in Italia senza fissa dimora, che dopo avere parcheggiato il veicolo nei pressi di un istituto di credito, si avvicinava con atteggiamento circospetto a uno sportello ATM.

Concluse le operazioni di prelievo dal bancomat, considerata l’ora insolita e ben oltre i limiti temporali imposti dal vincolo del coprifuoco, i militari hanno identificato il sospetto con ancora i soldi (500 euro) appena prelevati e la carta di debito tra le mani intestata a un italiano.

A seguito di perquisizione all’interno del veicolo, è stata trovata un’ulteriore carta di credito intestata alla medesima persona.

Gli accertamenti immediati sui titoli di pagamento hanno inoltre permesso di accertare che le due carte risultavano rubate la sera prima a un 66enne di Sestri Levante.

Alla luce di quanto constatato, il romeno è stato arrestato in flagranza di reato per “ricettazione e indebito utilizzo di carta di debito”.

Soldi, carte e ricevuta di prelevamento, momentaneamente sequestrati, saranno restituiti al legittimo proprietario.