Quarantadue siti, collocati su server esteri, sono stati oscurati dal Comando dei carabinieri per la tutela della salute perché venivano pubblicizzati o offerti in vendita diversi farmaci anche contro il Covid 19.  Su 35 dei 42 siti veniva venduta anche l'ivermectina,
antiparassitario utilizzato in campo veterinario e per il quale l'Ema, nel marzo 2021, ha raccomandato di non utilizzare il principio attivo per la prevenzione o il trattamento del covid al di fuori degli studi clinici. Con questa operazione salgono a 283 i siti oscurati dai Nas nel 2021, di cui 244 legati all'emergenza Covid.