Italy

Virus, il dramma delle terapie intensive "Uno su tre di chi entra non sopravvive"

Coronavirus, dramma terapie intensive."Uno su tre di chi entra non sopravvive"

L'emergenza Coronavirus continua in tutta Italia. Le varianti dilagano e il numero di contagi giornalieri cresce sempre di più. A preoccupare sono soprattutto gli ospedali, in particolare i reparti di terapia intensiva ormai al collasso in molte Regioni. Dodici e una provincia autonoma sono in netta difficoltà. Si tratta di: Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria e Trento. Tutte - si legge su Repubblica - con più del 30 per cento delle rianimazioni occupato da pazienti Covid. Superata quindi la soglia di allerta individuata dal ministero della Salute oltre la quale il sistema sanitario va in crisi. Un numero, 3.679, che spinge l’Italia indietro esattamente di un anno, al 29 marzo 2020, quando il Paese era chiuso a chiave in lockdown, e i ricoverati in condizioni gravissime erano 3.800.

Le proiezioni - prosegue Repubblica - non promettono niente di buono. Un report di Agenas (l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) redatto con la collaborazione dell’università di Padova tiene in ansia i tecnici del governo: il picco, sostengono i matematici, non è stato ancora raggiunto. Gli ingressi in rianimazione continueranno a crescere anche nelle prossime settimane. "Siamo in decisa sofferenza - spiega Roberto Fumagalli, primario del Niguarda a Milano - il carico che abbiamo oggi dipende dagli accessi ai pronto soccorso di 7-14 giorni fa. Nella nostra regione ci sono quasi 900 posti letto occupati da pazienti Covid nelle terapie intensive, potremmo arrivare a quota mille nelle prossime settimane. La mortalità è purtroppo molto alta. Il 36-38 per cento di chi entra non sopravvive. L’anno scorso moriva il 42 per cento".

Football news:

Guardiola sulla sconfitta da Leeds: Man City ha tenuto una partita molto buona. L'allenatore del Manchester City Pep Guardiola ha commentato la sconfitta contro il Leeds
Marcelo Biels: la vittoria della città sarebbe un risultato equo. Non sono stato io a battere Guardiola, ma i giocatori
Man City è rimasto a segnare 11 punti in 6 partite per diventare campione D'Inghilterra
Man City ha perso per la prima volta in 6 partite. La squadra è stata al massimo l'intero 2 ° tempo
Schuster sul preferito Clasico: il mio primo-abbiamo battuto il Real Madrid. Poi mi sono divertito a giocare a Clasico per Madrid
Klopp su man: le sue statistiche ora non possono essere chiamate belle, e lui ne è consapevole. Non mi Interessa la situazione
Independiente contro il razzismo-Top Clasico Dell'Argentina: ha brillato Aguero, ha combattuto i fratelli milito e Maradona ha lanciato bottiglie