"Dal video di Sant’Agata di Militello si capisce che Gioele era vivo: si vede la faccia e si vede che è vivo. L’immagine è chiara. E questo rende più fondata l’ipotesi che nell’incidente stradale il bambino fosse con la madre. Parliamo di ipotesi perché c’è un ‘buco’ di 10 minuti". Lo ha detto il procuratore di Patti, Angelo Cavallo, sulle indagini sulla morte della dj Viviana Parisi e sulla scomparsa del figlio della donna, Gioele, di 4 anni.

Insomma, di certezze ce ne sono ancora poche. Gli inquirenti però sono abbastanza sicuri che il piccolo fosse insieme alla madre. Una ipotesi avvalorata anche da una chiamata al 112 arrivata poco dopo l'incidente. La voce avrebbe anche detto all'operatore del numero d'emergenza che a bordo c'era "anche un bambino". Quindi, un'ulteriore conferma della presenza del piccolo che da quel giorno è scomparso.

Dov'è finito il piccolo Gioele? E cos'è successo a Viviana? Una delle ipotesi è che la donna sia caduta dal traliccio della corrente sotto cui è stato trovato il corpo. Ma perché Viviana si sarebbe arrampicata fin lassù? La famiglia non crede all'ipotesi del gesto estremo. Claudio Mondello, cugino e legale di Daniele Mondello, marito di Viviana, azzarda un'ipotesi. "Forse il bambino le è sfuggito e si è inoltrato nella boscaglia? Forse voleva esplorare la zona intorno da una posizione privilegiata? Perché è caduta?" si chiede Mondello su facebook. 

La zia di Gioele: "Bisogna trovare il bambino"

I parenti di Daniele Mondello ritengono che il bimbo possa essere ancora vivo. "Bisogna intensificare ulteriormente le ricerche di Gioele, servono più uomini e mezzi". Sono le parole di Mariella Mondello, zia del piccolo Gioele e sorella di Daniele, che insieme con un altro fratello si è presentata questa mattina nel 'campo base' delle ricerche per annunciare ai vigili del fuoco che avrebbe avviato delle ricerche "da sola". Ma dopo due ore circa è tornata ed ha chiesto rinforzi per la ricerca del piccolo Gioele. "Viviana non avrebbe mai abbandonato suo figlio", dice ancora. E conclude: "Bisogna trovare il bambino".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Play

Replay

Play Replay Pausa

Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio

Indietro di 10 secondi

Avanti di 10 secondi

Spot

Attiva schermo intero Disattiva schermo intero

Skip

Attendi solo un istante

, dopo che avrai attivato javascript

...
Forse potrebbe interessarti

, dopo che avrai attivato javascript

...

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Ricerche anche nel sottosuolo

Intanto le ricerche del piccolo Gioele si estendono anche nel sottosuolo delle campagne di Caronia (Messina). La conferma arriva dal procuratore di Patti, Angelo Vittorio Cavallo, che, parlando con i cronisti davanti alla procura, ha spiegato di avere dato incarico a una geologa forense "esperta nelle ricerche del sottosuolo", e aggiunge: "Proviamo anche questa carta". "Le ricerche proseguono senza sosta", assicura Cavallo.

In Evidenza