Italy

Vogliono lavorare nella sanità ma senza vaccino: sit in per la “libertà di scelta”. I motivi? “Scienza ricattatrice”, “è battaglia tra menzogna e Dio”

“Ci sono state nascoste tante cose”, “Non siamo cavie”, perché questa è la “battaglia tra il principe delle tenebre, cioè la menzogna, e Dio”. Quindi la rivendicazione principale: ciascun lavoratore deve “valutare da sé il proprio stato di salute”. E’ la richiesta che si leva da piazza del Popolo, dove oggi a Roma sono scesi circa 400 tra infermieri e operatori sanitari. Una protesta organizzata dal comitato “Di Sana e Robusta Costituzione“, che nei suoi comunicati parla di “esperimento sociale” dove tutti sarebbero “al servizio della dittatura delle multinazionali per portare avanti, tramite l’accettazione incondizionata di un trattamento sperimentale, l’instaurazione di una nuova società disumanizzata”. Insieme ai lavoratori della sanità anche comuni cittadini. E più di qualche mascherina abbassata o perfino totalmente rimossa. Da una parte si contesta l’obbligo che verrà inserito dal governo con conseguenti sanzioni sul lavoro, ma dall’altra c’è chi contesta la sicurezza dei vaccini. “Non siamo no vax – assicurano – siamo solo per la libertà di scelta. Il vaccino è ancora in fase sperimentale e non ci fidiamo a farcelo iniettare” spiegano alcuni. Vale la pena ricordare che la “libertà di scelta” ha portato nelle scorse settimane all’emergere di focolai in strutture sanitarie che in alcuni casi ha portato anche alla morte di pazienti.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Trento, aperta inchiesta sulla morte del 43enne con disagio psichico ucciso dal carabiniere. La madre: “Dissi che dovevano ricoverarlo”

next
meteo

Football news:

Griezmann ha parlato con Hamilton e ha visitato i box Mercedes al Gran Premio di Spagna
Barcellona sente che Neymar l'ha usata. Ha detto che voleva tornare, ma ha esteso il contratto con il PSG (RAC1)
Obameyang-i fan Dell'Arsenal: volevano regalarti qualcosa di buono. Mi dispiace che non siamo riusciti
L'Atlético non ha perso al Camp Nou. L'infortunio di Busquets è un evento di svolta della partita (e una gara di campionato?)
Verratti ha danneggiato i legamenti del ginocchio durante L'allenamento del PSG. La partecipazione All'Euro è ancora in discussione
Il Contratto di Neymar in una foto. Mbappe vuole lo stesso
Il Manchester United vorrebbe firmare L'estate di Bellingham, non Sancho. Il Borussia Dortmund non ha intenzione di vendere Jude