Servono velocemente nuovi ospedali e posti in terapia intensiva. E c'è un'Italia che, di fronte a questa grave carenza, si sta mobilitando. Gli enti pubblici, le aziende private, l'Esercito, gli Alpini, molte organizzazioni non governative: tutti stanno dando una mano nel realizzare a tempo di record nosocomi in molte città del Nord Italia. A Piacenza l'Esercito sta realizzando un ospedale da campo con 40 posti letto per pazienti Covid-19 di bassa e media intensità mentre a Cremona è stata l'ong americana Samaritan's Purse a donarlo alla città. A Bergamo, nell'area della fiera, sono Emergency e gli Alpini che insieme stanno lavorando a un pronto soccorso con oltre 170 letti e 24 posti in terapia intensiva. Al San Raffaele di Milano la raccolta fondi lanciata dal cantante rap Fedez e dalla moglie, la blogger Chiara Ferragni, ha permesso la realizzazione di un reparto di terapia intensiva mentre la Regione Lombardi – attraverso una task force coordinata dal governatore Attilio Fontana - sta coordinando fra le altre cose la nascita di un ospedale negli spazi di Fiera Milano. “Ci aspettavamo l’alta marea, è arrivato uno tsunami”, ha commentato qualche giorno fa un anestesista dell'ospedale di San Donato Milanese. Per le polemiche ci sarà tempo, ora si deve agire.

foto Alessandro Gandolfi/ Parallelozero