Italy

Web tax, dopo gli scontri con Trump, ora l’Europa attende Biden al varco

ServizioServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùl’agenda transatlantica

La tassazione globale delle imprese digitali è uno dei nodi più spinosi del confronto tra Bruxelles e Washington. In attesa di un accordo a livello internazionale, ci si interroga sulla disponibilità della nuova amministrazione Usa a un compromesso

dal corrispondente Beda Romano

default onloading pic
Il fronte europeo: il ministro francese Bruno Le Maire

La tassazione globale delle imprese digitali è uno dei nodi più spinosi del confronto tra Bruxelles e Washington. In attesa di un accordo a livello internazionale, ci si interroga sulla disponibilità della nuova amministrazione Usa a un compromesso

2' di lettura

BRUXELLES – È con una certa impazienza che l’establishment europeo sta aspettando l’insediamento a Washington della nuova amministrazione Biden. Tra i dossier economici tuttora aperti spicca quello della tassazione globale delle imprese digitali. Incurante delle minacce del presidente Donald Trump, contrario all’imposta anche a livello nazionale, il governo francese ha annunciato che entro fine anno raccoglierà con la propria tassa nel 2020 fino a 400 milioni di euro.

«Se dovessero esserci sanzioni americane contro la decisione francese, in applicazione della legge francese, chiederemo subito una risposta a livello europeo», ha detto ieri durante una teleconferenza il ministro delle Finanze Bruno Le Maire. Il presidente uscente, Donald Trump, ha preannunciato dazi supplementari del 25% contro cosmetici e borse per un totale di 1,3 miliardi di dollari. Una decisione potrebbe essere presa in gennaio, prima dell'insediamento del nuovo presidente Joe Biden.

Il ministro Le Maire ha ribadito che Parigi è pronta a ritirare la sua imposta nel caso ci fosse un accordo a livello internazionale. Il tema è discusso dall’OCSE; per ora senza successo. Gli Stati Uniti di Donald Trump hanno bloccato qualsiasi compromesso nel tentativo di difendere le proprie imprese digitali. Ha detto ieri l’uomo politico francese: «Dobbiamo risolvere il problema posto dal divario tra la produzione di valore e il modo in cui questa è tassata».

Le imprese digitali vendono servizi e non sono legate a uno specifico territorio. In questi anni sono riuscite a eludere le tasse, spostando denaro nei paesi dove la tassazione è più bassa. La Francia, che sta dando battaglia contro queste aziende, è combattuta. Sa di dover dare il beneficio del dubbio alla nuova amministrazione Biden, per capire se è pronta a un compromesso a livello internazionale. Al tempo stesso, crede fermamente che una tassa digitale europea rafforzerebbe la sovranità europea.

Secondo le informazioni raccolte qui a Bruxelles, nel summit europeo della settimana prossima i Ventisette dovrebbero lanciare un appello al nuovo presidente per rilanciare i rapporti transatlantici. A questo proposito, ieri i ministri delle Finanze hanno approvato un accordo tecnico – salutato dal ministro dell’Economia Roberto Gualtieri - che permetterà alle autorità fiscali dei Ventisette di scambiarsi automaticamente le informazioni sui redditi dei venditori sulle piattaforme digitali.

Football news:

L'Arsenal ha rescisso il contratto con Socrates
Miranchuk debutta All'inizio di Atalanta in Serie A nella partita contro udinese. Il centrocampista Alexei Miranchuk uscirà nella formazione di partenza Dell'Atalanta nella partita posticipata del 10 ° turno di Serie A contro L'Udinese
Rummenigge a proposito Dell'euro: il Presidente UEFA pensa che sia più saggio tenere un torneo in un paese
Nacho non giocherà con Alcoyano. Il difensore del Real Madrid ha contattato il coronavirus infetto
Cuadrado è guarito da covid e può giocare con il Napoli
L'Inter ha offerto di affittare Origi dal Liverpool
Messi, Ronaldo, Neymar, Lewandowski e Ramos - nella squadra nazionale dell'anno dal sito UEFA