Italy

A luglio scatta la stretta sul contante La cifra massima da 3 a 2 mila euro

Coronavirus, da luglio stretta al cash, contante massimo scende a 2 mila euro

Biglietti della metro pagabili con carta di credito ai tornelli

Coronavirus, da luglio stretta al cash, contante massimo scende a 2 mila euro

L'emergenza Coronavirus in Italia continua senza sosta. La fase 2 è iniziata ma la gente timidamente ha ripreso a spendere. Complice anche il fatto che lo stesso uso di contanti per pagare è un fattore di rischio. Da luglio arriverà una nuova stretta al cash, il limite massimo di spesa scenderà dagli attuali 3 mila a 2 mila euro. Questa notizia è in tendenza con l'aumento delle app per effettuare i pagamenti. Nel 2019 - si legge sul Sole 24 Ore - sono state effettuate un miliardo di operazioni con carte, pari ad un giro di affari di 71 miliardi. Diventerà operativo anche il credito d'imposta del 30% sulle commissioni pagare dai negozianti per l'utilizzo del Pos. Due misure già decise dalla scorsa manovra di bilancio, che arrivano in un momento in cui anche per necessità si ricorre sempre più all'uso di app per i pagamenti e si tirano fuori sempre meno i soldi cartacei. Le app e i pagamenti digitali hanno raggunto nello scorso anno nei negozi la cifra di 1,83 miliardi di euro e sono annunciati in grande crescita anche per l'anno in corso.

Football news:

Barcellona ha vinto il processo di Santos nel caso di Neymar. I brasiliani hanno richiesto più di 61 milioni di euro
Jamon, formaggio, vino, tortilla e la migliore vista dello stadio. L'unico club della Liga che gioca con i tifosi
Il test di Vinicius per il coronavirus ha mostrato anomalie. Il Real Madrid attende nuovi risultati entro la sera
Pellegrini era a capo di Betis. Contratto – fino al 2023
Paul Pogba: il Manchester United dovrebbe sempre cercare di progredire e non sentirsi soddisfatto di ciò che è stato fatto
Messi potrebbe dire: barca ha bisogno di un nuovo presidente e allenatore. Leo ha un pulsante rosso, ma non preme su di esso. Fonte The Athletic sull'influenza di un giocatore nel Club
Klos di Arminia fino a 25 anni ha giocato per i dilettanti, ha bevuto nei fine settimana, e ora è pronto per la concorrenza con Levandowski