Italy

Adesso i no vax vogliono il green gass: nel Lazio crescono prime dosi vaccini con l’obbligo

L’effetto green pass sulle somministrazioni delle prime dosi di vaccino anti Covid nel Lazio. Dopo l’annuncio del governo sull’obbligatorietà del green pass a lavoro, nella regione della Capitale le vaccinazioni sono aumentate nettamente per quanto riguarda i cittadini in età lavorativa (e sono diminuite per le altre fasce d’età).

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Dal 15 ottobre il green pass sarà obbligatorio per tutti i lavoratori pubblici e privati. Un provvedimento, quello varato dal governo presieduto da Mario Draghi, che causando effetti, come prevedibile, anche sulle prenotazioni delle vaccinazioni anti Covid. Nel Lazio, infatti, dopo l'annuncio dell'esecutivo sono aumentate di un terzo le somministrazioni delle prime dosi per quanto riguarda i cittadini in età lavorativa. Per ottenere la certificazione verde, ricordiamo, esistono tre modi: il completamento del ciclo vaccinale, un tampone rapido o molecolare negativo e l'avvenuta guarigione dal Covid entro sei mesi.

Nel Lazio un terzo di prime dosi vaccino in più dopo annuncio obbligo

L'annuncio del governo sull'obbligo del green pass è arrivato il 16 settembre scorso. Abbiamo quindi analizzato i dati delle vaccinazioni in una settimana precedente, dal 6 al 13 settembre, e in una successiva, dal 20 al 27 settembre. Nella prima settimana presa in esame le prime dosi effettuate sono state 22mila per quanto riguarda i cittadini dai 30 ai 60 anni e sono state 34mila nella seconda settimana, con un incremento, quindi, di oltre 12mila. Praticamente un terzo di prime dosi in più. È evidente come questa crescita sia dovuta all'annuncio del governo, poiché confrontando il numero complessivo di vaccinazioni (comprendendo anche anziani e giovanissimi) emerge una differenza ben minore, cioè 52mila prime dosi a inizio settembre e 56mila a fine settembre. In pratica poco più di 4mila somministrazioni in più. Ricordiamo che attualmente nel Lazio non è necessaria la prenotazione per effettuare l'immunizzazione, ma occorre semplicemente presentarsi con tessera sanitaria in uno degli hub vaccinali a disposizione.

L'effetto green pass sui vaccini nel Lazio

Analizzando l'andamento delle somministrazioni delle prime dosi nel Lazio emerge che quelle per i bambini/ragazzi e per gli anziani sono diminuite dall'inizio di settembre ad oggi. Viceversa, come è intuitivo guardando i grafici di seguito, quelle per le persone in età lavorativa (30-60 anni) sono aumentate e sono cresciute in maniera netta dopo l'annuncio dell'obbligo di green pass. Per fare questo confronto abbiamo preso in esame le settimane dal 21 al 27 settembre, dal 14 al 20, dal 7 al 13 e dal 31 agosto al 6 settembre.

Nel Lazio sono state somministrate oltre 8 milioni e 250mila dosi di vaccino anti-Covid. È stato raggiunto l'82 per cento della popolazione over 12 e l'88 per cento della popolazione over 18. Secondo l'assessore D'Amato si tratta di uno dei tassi di copertura più alti a livello europeo.

Football news:

Ronaldo sulla critica di Sulscher: i giocatori del Manchester United devono assumersi la responsabilità per se stessi. Tutti nella stessa barca
Sulscher Pro Manchester United: non siamo contenti di aver perso punti. Ma Ronaldo è con noi solo un mese, Sancho due. Aggiungeremo
Müller su Kimmich: come compagno di squadra sono a favore della vaccinazione, se penso agli altri come amico, posso prendere la sua decisione
Chelsea non comprera ' Saul. Ha trascorso 45 minuti in APL
Pioli su 4:2 con Bologna: il Milan ha sbagliato a decidere che il gioco è finito a 2:0, ma ha trovato la forza per vincere
Steve McManaman: Rüdiger è migliore dei difensori del Real Madrid e lo renderà più forte. Presto sarà il posto più affascinante del mondo
Il Milan ha vinto 8 delle prime 9 partite del campionato per la prima volta dalla stagione 1954/55