This article was added by the user . TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Alcune famiglie escluse dall’asilo nido ma quello nuovo è in costruzione. Il sindaco: “Per realizzare strutture simili serve tempo”

La comunità che conta oltre 5.000 abitanti, al momento, può contare solo su 7 posti con una struttura convenzionata e così alcuni devono trovare soluzioni alternative. Il sindaco: “I lavori per la costruzione di un nuovo asilo nido sono incominciati ma ovviamente ci vuole del tempo per realizzare strutture simili”

VALLELAGHI. Come spesso accade alcune famiglie trentine rimangono escluse dai servizi provinciali. Di fatto la domanda supera l’offerta e le famigerate graduatorie non lasciano scampo. Questa volta è successo a una famiglia che abita nel comune di Vallelaghi che non ha potuto accedere al servizio dell’asilo nido.

La situazione è la seguente: la comunità che conta oltre 5.000 abitanti, al momento, può contare solo su 7 posti con una struttura convenzionata (lo Scarabocchio) e così alcuni devono trovare soluzioni alternative. “È vero – conferma il sindaco Lorenzo Miori – stando alla convenzione avremmo solo 7 posti ma quest’anno sono stati portati a 10, inoltre per cercare di venire incontro alle esigenze di tutti abbiamo stretto degli accordi con il servizio tagesmutter. Le domande iniziali erano 17 – afferma il sindaco – scorrendo la graduatoria sono state solo due le richieste non soddisfatte. Successivamente durante l’anno sono arrivate altre 7 richieste”.

Non solo, perché un nuovo asilo nido è in costruzione e il cantiere è iniziato da poco, per una spesa che supera il milione di euro. “I lavori sono incominciati ma ovviamente ci vuole del tempo per realizzare strutture simili”, ricorda Miori. Il nuovo asilo nido sarà costruito a Terlago vicino all’attuale scuola dell'infanzia che sarà oggetto di una ristrutturazione. La struttura potrebbe entrare in funzione, salvo imprevisti, per la stagione 2023-24.

Le tempistiche però potrebbero allungarsi perché come già anticipato, dal momento che la scuola dell'infanzia subirà degli interventi i bambini che la frequentano saranno momentaneamente trasferiti nel nuovo nido, quando quest’ultimo sarà completato.