Italy

Appendino sul bilancio di Torino: “Aspettiamo risorse da Roma, altrimenti sarà dissesto”

TORINO. «Sul primo weekend ci sono luci e ombre». Così la sindaca Chiara Appendino commenta il primo fine settimana con negozi, locali e ristoranti aperti. 

«Siamo soddisfatti della gestione della fase aperitivi, che è andata bene, mentre dopo le 23 abbiamo avuto più difficoltà. Oggi faremo un punto in prefettura. In ogni caso, possiamo mettere tutte le regole del mondo, ma il concetto principale è che servono senso di responsabilità e buon senso da parte di tutti». La sindaca dice che «la stragrande maggioranza dei torinesi è responsabile. Non è stato solo il primo weekend di movida, ma anche di negozi. Tante cose hanno funzionato, altre vanno aggiustate, ma è normale, sapevamo che il periodo di convivenza con il virus non sarebbe stato facile».

Torino, spintoni, urla, lancio di sedie: esplode la rissa dopo il rimprovero sull'assembramento

Appendino è intervenuta anche sul delicato tema del bilancio comunale, dove si è aperta una voragine: «A noi mancano 230 milioni di euro. Con l'intervento del governo pensiamo di recuperarne 80. Ma non sono sufficienti e se entro il 31 luglio non ci saranno altri interventi andremo in dissesto. Per questo ci aspettiamo ulteriori risorse» da Roma. Tornando al tema della convivenza con il virus, la sindaca ha parlato anche di autobus e tram, dicendo che al momento i passeggeri sono ancora pochi, ma che il prossimo futuro vedrà un test importante: «Il trasporto pubblico locale al momento funziona con il 20% di carico totale. La vera sfida sarà gestirlo a settembre, quando le scuole riapriranno».

Torino, spintoni, urla, lancio di sedie: esplode la rissa dopo il rimprovero sull'assembramento

I perché dei nostri lettori

Perché ritengo il giornale valido con articoli interessanti, redatti da validi giornalisti ed opinionisti. Non ultimo, nonostante sia lontano, sono rimasto attaccato alla mia città, Torino. La possibilità di leggere il giornale online, puntualmente, è per me un vantaggio.

Roberto

I perché dei nostri lettori

La Stampa è autorevole, lineare, ed essenziale. Senza fronzoli. E’ locale e globale. Copre spesso temi e aree geografiche lontane dalle luci della ribalta.

Matteo, Mantova

I perché dei nostri lettori

Sento il bisogno di avere notizie affidabili e controllate sia a livello nazionale che locali. I commenti degli editorialisti sono preziosi, aiutano a leggere tra le righe i fatti.

Angelo, (TO)

I perché dei nostri lettori

Nel 1956 avevo 5 anni e guardavo le foto (le figure) della Stampa che mio padre acquistava ogni giorno. Ho mantenuto l’abitudine paterna, ed in questo periodo, mi è arrivato, da mia figlia, un abbonamento digitale: la ringraziai dicendole che quel cibo per la mia mente, valeva molto di più di una torta di compleanno.

Ezio, Pocapaglia (CN)

I perché dei nostri lettori

Perchè è comodissimo: a disposizione ovunque si sia, disponibile già di notte e a minor costo; ora anche email d'aggiornamento lungo la giornata: cosa si può chiedere di più?

Vittoria, (TO)

Football news:

💛 💙Cadice è tornato alla Liga dopo 14 anni
Pioli su 2:2 con Napoli: un punto è un buon risultato
Gattuso sui rigori di Milano: La regola deve essere cambiata. Saltare con le mani dietro la schiena è un altro sport
Milano offrirà 25 milioni di euro per il difensore Celtic Ayer
Klopp sui piani: quattro anni a Liverpool. Dopo di ciò, voglio non fare nulla per un anno
Rogers Pro 1:4 con Bournemouth: Leicester gioca bene solo 45 minuti dopo la pausa
Inter e Roma sono Interessati a Garay