Italy

BSN Consulting 42: "Il futuro è green. Ci impegniamo ogni giorno a salvare la Natura"

In questi ultimi anni il tema dell’ecosostenibilità ha iniziato a ricoprire un ruolo sempre più centrale nella vita di tutti noi, e una sempre maggiore attenzione nei confronti dell’ambiente e della natura circostante ha cambiato non solo le nostre abitudini quotidiane, ma ha via via rivoluzionato la nostra sensibilità rispetto a una serie di tematiche ambientali, fino a poco tempo fa poco considerate.

Lo sviluppo sostenibile è un concetto olistico con tre aspetti fondamentali: economico, sociale e ambientale. L'umanità sta affrontando numerose sfide riguardanti la sostenibilità della nostra vita sul pianeta terra. Guardando l'ambiente, vediamo il cambiamento climatico, il cambiamento nell'uso del suolo, la perdita di biodiversità e l'esaurimento delle risorse naturali, tutti fattori che stanno contribuendo a destabilizzare il mondo. Mentre sul piano sociale, la povertà, la fame e la mancanza di assistenza sanitaria sono dei campanelli d’allarme che rivelano come molte persone vivano al di sotto degli standard sociali di base.

Oggi lo sviluppo sostenibile significa che le generazioni attuali e future dovrebbero avere le risorse di cui hanno bisogno, come cibo, acqua, assistenza sanitaria ed energia, senza continuare a sfruttare massicciamente i processi naturali della terra. Per guidare la trasformazione verso un'economia sostenibile e inclusiva, le Nazioni Unite hanno sviluppato l'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, che richiederà cambiamenti comportamentali. L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. Essa ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile – Sustainable Development Goals, SDGs – in un grande programma d’azione per un totale di 169 ‘target’ o traguardi. L’avvio ufficiale degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile ha coinciso con l’inizio del 2016, guidando il mondo sulla strada da percorrere nell’arco dei prossimi 15 anni: i Paesi, infatti, si sono impegnati a raggiungerli entro il 2030.

Gli Obiettivi per lo Sviluppo danno seguito ai risultati degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (Millennium Development Goals) che li hanno preceduti, e rappresentano obiettivi comuni su un insieme di questioni importanti per lo sviluppo: la lotta alla povertà, l’eliminazione della fame e il contrasto al cambiamento climatico, per citarne solo alcuni. ‘Obiettivi comuni’ significa che essi riguardano tutti i Paesi e tutti gli individui: nessuno ne è escluso, né deve essere lasciato indietro lungo il cammino necessario per portare il mondo sulla strada della sostenibilità.

Questa nuova visione del mondo e la condivisione globale dell’obiettivo di salvaguardare in primis la natura che ci circonda è diventata proprio la raison d'être di molte aziende internazionali che hanno deciso di fondare le proprie attività professionali seguendo questi nobili scopi.

In Italia un’azienda che ha deciso di far propria questa mission green ed ecosostenibile, è BSN Consulting 42 Srl, società leader italiana nella consulenza ambientale.

Con base a Roma, la BSN Consulting 42 è una società di professionisti con valori forti e distintivi che offre supporto e alta formazione alle aziende in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, gestione e trasporto dei rifiuti, consulenza ambientale, sistemi di gestione ISO 9001 e sicurezza alimentare, oltre ad offrire una consulenza ad hoc nel settore legale e finanziario.

La BSN Consulting 42 condivide totalmente i 17 obiettivi prefissati dall’ONU, in particolare l’Obiettivo 12, che risulta essere per l’appunto l’attività principale dell’azienda stessa: Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo.

Per consumo e produzione sostenibili si intende la promozione dell’efficienza delle risorse e dell’energia, di infrastrutture sostenibili, così come la garanzia dell’accesso ai servizi di base, a lavori dignitosi e rispettosi dell’ambiente e a una migliore qualità di vita per tutti. La sua attuazione contribuisce alla realizzazione dei piani di sviluppo complessivi, alla riduzione dei futuri costi economici, ambientali e sociali, al miglioramento della competitività economica e alla riduzione della povertà.

Il consumo e la produzione sostenibile puntano a “fare di più e meglio con meno”, aumentando i benefici in termini di benessere tratti dalle attività economiche, attraverso la riduzione dell’impiego di risorse, del degrado e dell’inquinamento nell’intero ciclo produttivo, migliorando così la qualità della vita. Ciò coinvolge stakeholder differenti, tra cui imprese, consumatori, decisori politici, ricercatori, scienziati, rivenditori, mezzi di comunicazione e agenzie di cooperazione allo sviluppo. È necessario per questo un approccio sistematico e cooperativo tra soggetti attivi nelle filiere, dal produttore fino al consumatore. Ciò richiede inoltre di coinvolgere i consumatori in iniziative di sensibilizzazione al consumo e a stili di vita sostenibili, offrendo loro adeguate informazioni su standard ed etichette, e coinvolgendoli, tra le altre cose, nell’approvvigionamento pubblico sostenibile.

“Il nostro obiettivo è quello di progettare interventi migliorativi delle performance aziendali e identificare nuove opportunità di business, - afferma Leonardo Di Cunzolo, amministratore della BSN Consulting 42 - con lo scopo di verificare la soddisfazione dei clienti stessi. Tutti noi condividiamo gli stessi principi e agiamo secondo gli stessi valori: responsabilità, trasparenza e concretezza.”

Continua il responsabile della società di consulenza BSN Consulting 42, Leonardo Di Cunzolo, da poco nominato nuovo Presidente dell’Unione Nazionale Italiana Consulenti Ambientali (associazione professionale di consulenti ambientali a carattere tecnico-scientifico e culturale, nata nel 1999, per promuovere, tutelare e valorizzare l'attività e la professionalità del consulente ambientale): “Da anni i rifiuti sono al centro di tematiche politico-ambientali a livello nazionale e internazionale infatti, i nostri scarti, se mal gestiti possono arrecare danno all’ambiente e all’uomo. Oggi, c'è una nuova minaccia che incombe sul mondo dei rifiuti, il boom del consumo dei prodotti e gadget tecnologici. Il loro continuo ricambio sta, infatti, generando montagne di rifiuti elettronici ad alto contenuto tossico e difficili da riciclare, chiamati RAEE ossia Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche tra i quali annoveriamo piccoli e grandi elettrodomestici, apparecchiature informatiche, giocattoli e apparecchiature per lo sport e il tempo libero, dispositivi medici ecc. Accanto ai grandi e piccoli elettrodomestici, giocattoli, sorgenti luminose e schermi, vanno ad affiancarsi fusibili, chiavette usb, spine, morsettiere, prolunghe e tutte le apparecchiature elettriche/elettroniche per le quali la legge non prevede una specifica esclusione. Per l’anno 2016, tra i primi 5 sottoscrittori regionali al CdC RAEE, la BSN Consulting 42 vanta alcuni dei suoi maggiori clienti per una raccolta totale di RAEE pari a 3.583.043 Kg per le regioni di Abruzzo, Lazio, Marche ed Emilia-Romagna.

La BSN Consulting 42 è altamente specializzata nella gestione dei rifiuti ed in particolare dei RAEE, e annovera la collaborazione dei migliori professionisti della regione Lazio e non solo, offrendo supporto e alta formazione alle aziende per l’ottenimento delle autorizzazioni previste dalla normativa vigente e del rispetto dei suoi adempimenti quali, Albo Gestori Ambientali, Provincia, Regione, per l’ottenimento delle autorizzazioni inerenti al trasporto dei rifiuti, recupero e smaltimento ed al trasporto merci pericolose come previsto da ADR/RID/IMDG insieme alla consulenza specifica per tutta la piccola, media e grande distribuzione.

La corretta gestione dei rifiuti rientra nei traguardi auspicati dalle Nazioni Unite nel famoso Obiettivo 12 (traguardo 12.5): “entro il 2030, ridurre in modo sostanziale la produzione di rifiuti attraverso la prevenzione, la riduzione, il riciclo e il riutilizzo.”

Le consulenze offerte da BSN Consulting 42 sono molteplici e riguardano principalmente tre ambiti: la gestione dei rifiuti, la consulenza ambientale, la sicurezza sul lavoro.

Gestione dei rifiuti

Lo smaltimento dei rifiuti è definito dal D. Lgs. 152/06 come un’attività di pubblico interesse, che deve essere svolta nel massimo rispetto della salute dell’uomo e dell’ambiente, con particolare attenzione alla specificità dei rifiuti pericolosi.

Obiettivo prioritario della legge è la prevenzione/riduzione della produzione di rifiuti attraverso l’utilizzo di tecnologie pulite, di prodotti a basso rischio inquinante e di tecniche appropriate per l’eliminazione di sostanze pericolose contenute nei rifiuti al fine di favorirne il recupero.

I servizi di consulenza offerti includono:

- verifiche e audit della gestione rifiuti;
- iscrizione Albo Nazionale Gestori Ambientali;
- nomina responsabile tecnico;
- relazione tecnica idoneità mezzi;
- autorizzazioni per la gestione di impianti;
- gestione impianti di smaltimento e/o recupero;
- fornitura di procedure gestione rifiuti;
- compilazione e tenuta dei FIR;
- compilazione e presentazione del M.U.D.;
- consulenza SISTRI;
- tenuta registri carico e scarico.

Consulenza ambientale

Le aziende che operano nel settore ambientale, molto spesso, non hanno risorse specializzate per far fronte agli obblighi normativi, cadendo in gravi sanzioni penali.

La BSN Consulting 42 fornisce ai suoi clienti un efficace servizio di consulenza ambientale, gestione dei rifiuti, di formazione e di supporto, grazie al costante aggiornamento normativo e al bagaglio di esperienza acquisita negli anni.

I servizi di consulenza offerti includono:

- progettazione e certificazione di Sistemi di Gestione Ambientali secondo gli standard ISO 14001;
- predisposizione di procedure finalizzate alla corretta gestione dei diversi impatti ambientali;
- consulenza tecnico-giuridica;
- pratiche in materia di ambiente;
- VIA, VAS e AIA;
- campionamento ed analisi ambientali;
- consulenza rifiuti;
- pratiche albo gestori ambientali;

Sicurezza sul lavoro

In Italia la salute e la sicurezza sul lavoro sono regolamentate dal Decreto n.81 del 9 aprile 2008, anche noto come Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro, entrato in vigore il 15 Maggio 2008.

Tutte le aziende devono attenersi alle norme e ai decreti legislativi vigenti in ambito di Salute e Sicurezza.

La BSN Consulting 42 offre ai suoi clienti una consulenza specifica e personalizzata per far sì che le aziende rispettino la normativa vigente in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

I servizi di consulenza offerti includono:

- verifiche sulla corretta applicazione dei requisiti legali di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
- valutazione dei rischi e redazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR);
- assunzione incarico e nomina RSPP;
- formazione generale e specifica dei lavoratori;
- nomina del Medico Competente e fornitura delle visite mediche per la sorveglianza sanitaria;
- assistenza al Datore di Lavoro nei rapporti con gli Enti deputati al controllo.
- corretta applicazione del titolo IX della 81/08 su combustibili e componenti tossici

Football news:

L'ex capitano Dell'Atlético Gabi ha concluso la sua carriera
Anton Ferdinand sullo scandalo razzista con Terry: Mi hanno mandato un proiettile per posta. Gli insulti nei social network sono venuti ogni ora
Man City ha offerto 19 milioni di euro tenendo conto dei bonus per 17 anni, centrocampista argentino Sarmiento
Rehagel e ' un delinquente che non accetto scuse. La storia del trauma più terribile nella storia della Bundesliga
Le elezioni presidenziali del Barcellona si terranno il 24 gennaio
Koke: per battere il Bayern, è necessario condurre una partita quasi perfetta. Spero che la loro serie senza sconfitte si Interrompa domani
Leo può riportare Müller, boateng e hummels in Germania, se ci saranno molti infortuni