Italy

Camera, la risoluzione per il rifinanziamento delle missioni in Libia passa con i voti del centrodestra: maggioranza spaccata

Italia Viva, che conta una trentina di deputati, non ha partecipato al voto mentre 23 deputati appartenenti ai partiti di governo hanno votato contro: 7 di LeU, 8 del Pd, 5 del Misto e 3 del Movimento 5 stelle

Ore 19 - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella.

Maggioranza con più voti delle opposizioni ma non autosufficiente alla Camera sul voto per il rifinanziamento delle missioni in Libia. A causa delle divisioni interne infatti il quorum di 213 voti a favore per far passare la risoluzione su questo specifico capitolo è stato raggiunto con i voti del centrodestra. In tutto i sì sono stati 401, di questi 206 arrivano dalla maggioranza e 195 dalle opposizioni. Italia Viva, che conta una trentina di deputati, non ha partecipato al voto mentre 23 deputati appartenenti ai partiti di governo hanno votato contro: 7 di LeU, 8 del Pd, 5 del Misto e 3 del Movimento 5 stelle.

Le risoluzioni sottoposte al voto – Sono tre le risoluzioni presentate a Montecitorio: la prima era sostenuta della maggioranza, a prima firma Luigi Iovino (M5s) e con il parere favorevole del governo; la seconda, con il parere negativo dell’esecutivo, a prima firma del deputato di LeU Erasmo Palazzotto e sottoscritta da 22 parlamentari tra cui anche esponenti Pd, riguardava esclusivamente la Libia: “Una missione”, ha dichiarato Palazzotto, “che oggi apre una contraddizione nella maggioranza: abbiamo raggiunto un punto di insostenibilità morale nelle azioni di respingimento”. La terza è a prima firma di un esponente del gruppo Misto, Alessandra Ermellino.

A causa delle divisioni interne sugli interventi in Libia, il testo della risoluzione M5s è stato votato per parti separate: la prima votazione, che ha escluso il capitolo del finanziamento alla missione in Libia, ha ottenuto 453 sì, nessuno voto contrario e 9 astenuti. La seconda votazione relativa agli interventi sulla Libia ha registrato 401 sì, 23 no e un’astensione. Preclusa integralmente la votazione sulla risoluzione a prima firma LeU, contraria appunto agli interventi in Libia. Bocciata anche la terza risoluzione, a firma della deputata del misto Ermellino.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Libia, alla Camera passa rifinanziamento delle missioni con voti contrari tra la maggioranza. Orfini (Pd): “Soldi a chi stupra e uccide, ipocrisia”

next

Football news:

Difensore Lione Marsal: stiamo pensando di entrare in finale Champions League. Abbiamo grandi possibilità di vincere
Willian: L'Arsenal è uno dei club più grandi del mondo. Sono venuto a prendere i trofei
Rivaldo: messi incontrerà il suo successore, Levandowski. Chi si terrà in semifinale di Champions League, è il migliore del mondo
Habib: il Psg e il Manchester City giocheranno in finale di Champions League
Man City ha offerto 63 milioni di euro dietro Kulibali
Trent è riconosciuto come il miglior giovane giocatore di APL
Tuchel contro Nagelsmann in semifinale la Champions League è super. Rappresentano il potere degli allenatori tedeschi