Il generale Marzo e il generale Morolla con il governatore ligure Toti

Ieri il generale di corpo d’armata Antonio Pietro Marzo, comandante delle Unità forestali, ambientali e agroalimentari dei Carabinieri (CUFAA) gli uffici del Comando Regione Carabinieri Forestale Liguria a Genova Sturla, dove è stato accolto dal comandante regionale generale di brigata Renzo Morolla e dal comandante del Gruppo di Genova colonnello Silvio Ciapica.

Nel corso della visita sono state illustrate le attività svolte dai Carabinieri Forestali in Liguria in riferimento alle principali problematiche ambientali tipiche del territorio ligure quali gli incendi boschivi, i rifiuti e l’abusivismo edilizio.

I controlli nei soli primi 9 mesi del 2021 sono aumentati del 5% rispetto all’intero anno 2020 con un incremento del numero delle denunce penali e delle sanzioni amministrative mediamente del 20%.

Il comandante del CUFAA ha espresso il proprio apprezzamento al lavoro svolto dai Carabinieri Forestali sottolineando l’importanza di vigilare costantemente il territorio ligure caratterizzato da una certa fragilità per quanto riguarda le note problematiche connesse alla difesa idrogeologica e al fenomeno degli incendi boschivi.

Il bilancio di circa 40 anni di difesa antincendio boschivo dimostra una diminuzione di oltre il 90% circa del numero degli incendi boschivi e delle superfici boscate percorse dal fuoco.

Dopo avere visitato gli uffici del Nucleo Operativo ecologico alla presenza del comandante, tenente colonnello Andrea Pietracupa, e gli uffici del nucleo Cites alla presenza del comandante, tenente Davide Campagna, il generale Marzo ha avuto un incontro con il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, con il quale ha trattato il tema del rinnovo della convenzione per l’impiego dei carabinieri forestali nel settore della prevenzione degli incendi boschivi e della difesa idrogeologica.