Italy

Carlo Galli a Festival Filosofia / «La vera Politica resta ancora quella di Platone

MODENA Si intitola “Politica. Fra necessità e libertà” la lezione che Carlo Galli, professore di Storia delle dottrine politiche presso l'Università di Bologna, terrà questa mattina alle 10 in Piazza Grande a Modena. Tre parole – politica, necessità e libertà – ambigue e complesse che sono costrette a stare insieme pur nella (grande) difficoltà.

È possibile dunque oggi intendere la politica come dispositivo necessario e modalità di convivenza che libera mentre vincola? Per rispondere il filosofo contemporaneo interpella il più grande filosofo di tutti i tempi e lo fa in un libro: “Platone. La necessità della politica”.



«Il modo in cui Platone tiene insieme politica, necessità e libertà non è più il nostro tuttavia quando ha messo insieme per la prima volta queste tre parole ha inaugurato niente di meno che la storia del pensiero occidentale – spiega il filosofo – ci ha detto non solo che la filosofia ha bisogno di diventare pratica ma anche che il nostro destino consiste nel liberarci dal destino naturale e costruircene uno artificiale in cui ci realizziamo, diventiamo più veri di quello che siamo».

«La politica dunque non è soltanto un insieme di avvenimenti – continua Galli - ma è la dimensione nella quale l’uomo, se è filosofo e se è guidato filosoficamente, può prendersi cura di se stesso fino a diventare quasi divino, come dice Platone. Noi oggi diamo alla politica un significato meno enfatico e la consideriamo uno strumento grazie al quale la nostra libertà si afferma tuttavia anche noi ragioniamo in termini di costruzione di un sistema razionale per sconfiggere la necessità naturale cioè per uscire, citando Hobbs, dallo stato di natura».

Ma cos’è successo da allora alla filosofia pratica?

Dov’erano i filosofi quando nel primo lockdown la task force del governo compiva scelte valoriali per il futuro del nostro Paese senza di loro?” gli chiediamo.

«La filosofia è intervenuta in vario modo e la cosa più notevole è che contro la presa di posizione di alcuni importanti filosofi si sono levate molte voci poco filosofiche» risponde deciso il filosofo, sottolineando poi come il ruolo della filosofia sia soprattutto quello di sollevare i problemi. E il primo problema che hanno posto alle evidenze di tutti è stato il seguente: anche all’interno del sistemo politico più liberal-democratico che possiamo immaginarci (il nostro) la nostra libertà non può mai essere libertà assoluta perché – sostiene Galli – il rapporto con la necessità continua ad esistere anche se la necessità oggi si manifesta nella legge». Poi la scoccata: «Per difenderci abbiamo dovuto perdere un po’ di libertà, il problema è dirlo. Penso anche sia sbagliato porre la questione in termini di filosofi no Vax e cittadini per bene devoti alle vaccinazioni perché la filosofia ha il ruolo di dire che 'tutto è problema' poi se la politica è legittimata e se i cittadini sono informati allora i filosofi non hanno certamente il diritto di interferire con i processi politici».


 

Football news:

Il Barcellona vuole firmare Vlachović dalla fiorentina, se non acquista Holanda (Gerard Romero)
La nuova crisi del Manchester United: perde anche con Ronaldo, Pogba incolpa la difesa, Sulscher ammette gli errori
Allenatore Brentford: Chelsea è molto fortunato. Abbiamo dominato negli ultimi 30 minuti. Ha cinque colpi!
Tuchel Pro 1:0 con Brentford: Chelsea è stato forte nei primi 70 minuti e fortunato negli ultimi 20
Ronaldo non ha efficaci azioni in tre partite di fila APL. L'attaccante del Manchester United Cristiano Ronaldo non ha segnato i gol della sua squadra nella partita dell ' 8 ° turno della Premier League contro il Leicester
Perché Mehndi non è nominato per il pallone D'Oro? Rüdiger sulla partita del portiere con Brentford
Il trio Salah-Mane-Firmino rompe di nuovo: 5 gol di Watford, segnando più di 16 squadre della APL