Italy

Come nel 1940, la regina è stata perfetta

Caro Aldo,
il discorso della regina mi è parso sobrio e convincente. C’è da imparare.
Lia Bassi

Un sicuro punto di riferimento. È intervenuta non solo per l’eccezionalità del momento, ma anche perché il primo ministro è contagiato anche lui. Che compostezza, e senza metafore da guerra.


Vittorio Rezzi

Cari lettori,
Vi confesso che non amo re, regine, aristocratici e in generale i privilegi di nascita. Non ho mai avvertito particolarmente il fascino di Elisabetta, con questo attaccamento eterno alla corona, con questo povero figlio per cui non arriva mai il momento e che si ammala mentre la madre quasi novantaquattrenne sta benissimo. Occorre riconoscere però che nel discorso di domenica sera è stata perfetta. Una vecchiaia dignitosa, mai sfiorata dal chirurgo estetico con gli effetti grotteschi che quasi sempre ne conseguono. Un’eleganza non affettata. Un filo di rossetto. Parole sobrie, in cui chiunque — indipendentemente dall’età, dal sesso, dalle origini, dalle opinioni politiche — avrebbe potuto riconoscersi. E poi quel senso di profondità che solo una persona autorevole può avere, con quel passaggio che avrebbe commosso una pietra sul suo primo discorso radiofonico, «aiutata da mia sorella», nel 1940, sotto le bombe naziste.
Il messaggio era chiaro: adesso, come allora, vinceremo noi. Perfetta pure la regia della Bbc: nessuna pompa, niente inno iniziale, nessuna regalità posticcia come quella che la tv francese tenta di dare a un presidente che magari dopo qualche mese verrà mandato via; immagini a corredare il discorso, gli infermieri che si prendono cura dei malati, il popolo che applaude gli infermieri, i bambini che disegnano l’arcobaleno; e poi la foto di Elizabeth ragazzina che parla nel suo primo microfono, seguita come in un film di Spielberg dalla sua immagine invecchiata ma solida. Alastair Campbell, il furbacchione che aveva coniato per Blair la definizione di «principessa del popolo» per Diana, stavolta ha commentato: «Dal sense of humour al senso del dovere, la regina è la personalità più rimarchevole della Terra». Esagera; ma agli inglesi piace. Il fatto che tutto questo sia accaduto mentre il figlio, di 23 anni più giovane, era in convalescenza, e il suo primo ministro, più giovane di 39 anni, veniva portato d’urgenza in ospedale, fa giganteggiare ancora di più la sua figura

LE ALTRE LETTERE DI OGGI

Storia

«Ristoranti e alberghi: aiutateci a riaprire»

Ristorazione e turismo, punte di diamante del nostro Paese, sono in ginocchio! Insieme alle altre Associazioni di settore abbiamo inviato al Governo e alle Istituzioni una lettera perché ci si renda conto che migliaia di aziende ristorative e alberghiere rischiano seriamente di non riaprire più. È l’ora di dimostrare concretamente quanto rappresenta il mondo enogastronomico e turistico per questa nazione. Servono misure immediate quali la sospensione di leasing e mutui e recupero delle mensilità congelate in coda al periodo previsto dalla relativa misura posta in essere; la cancellazione delle imposte nazionali e locali pertinenti (per esempio Tari, Imu, ecc), credito per utenze relative alle attività commerciali; l’accesso al credito senza interessi, garanzia pubblica sugli affidamenti e finanziamenti alle Pmi; la proroga della cassa integrazione straordinaria per almeno il 50% del personale in forza al 23 febbraio e fino al 31 dicembre; la reintroduzione dei voucher; ammortizzatori e incentivi per chi non licenzia e/o assume dipendenti fino al 31 dicembre; il superamento delle persistenti criticità in capo al tema affitti. Chiediamo un aiuto diretto per gli oltre 400 mila lavoratori stagionali che difficilmente potranno trovare un impiego a breve visto che non sappiamo quando riapriranno ristoranti e alberghi.
Rocco Cristiano Pozzulo Presidente Federazione italiana cuochi

INVIATECI LE VOSTRE LETTERE

Vi proponiamo di mettere in comune esperienze e riflessioni. Condividere uno spazio in cui discutere senza che sia necessario alzare la voce per essere ascoltati. Continuare ad approfondire le grandi questioni del nostro tempo, e contaminarle con la vita. Raccontare come la storia e la cronaca incidano sulla nostra quotidianità. Ditelo al Corriere.

MARTEDI - IL CURRICULUM

Pubblichiamo la lettera con cui un giovane o un lavoratore già formato presenta le proprie competenze: le lingue straniere, l’innovazione tecnologica, il gusto del lavoro ben fatto, i mestieri d’arte; parlare cinese, inventare un’app, possedere una tecnica, suonare o aggiustare il violino

Invia il CV

MERCOLEDI - L'OFFERTA DI LAVORO

Diamo spazio a un’azienda, di qualsiasi campo, che fatica a trovare personale: interpreti, start-upper, saldatori, liutai. 

Invia l'offerta

GIOVEDI - L'INGIUSTIZIA

Chiediamo di raccontare un’ingiustizia subita: un caso di malasanità, un problema in banca; ma anche un ristorante in cui si è mangiato male, o un ufficio pubblico in cui si è stati trattati peggio. Sarà garantito ovviamente il diritto di replica

Segnala il caso

VENERDI -L'AMORE

Chiediamo di raccontarci una storia d’amore, o di mandare attraverso il Corriere una lettera alla persona che amate. Non la posta del cuore; una finestra aperta sulla vita. 

Racconta la storia

SABATO -L'ADDIO

Vi proponiamo di fissare la memoria di una persona che per voi è stata fondamentale. Una figlia potrà raccontare un padre, un marito la moglie, un allievo il maestro. Ogni sabato scegliamo così il profilo di un italiano che ci ha lasciati. Ma li leggiamo tutti, e tutti ci arricchiranno. 

Invia la lettera

DOMENICA - LA STORIA

Ospitiamo il racconto di un lettore. Una storia vera o di fantasia. 

Invia il racconto

LA FOTO DEL LETTORE

Ogni giorno scegliamo un’immagine che vi ha fatto arrabbiare o vi ha emozionati. La testimonianza del degrado delle nostre città, o della loro bellezza.

Inviateci le vostre foto su Instagram all'account @corriere

Football news:

Subito hanno detto di imparare il tedesco. Per la comunicazione in inglese-una multa. Intervista del capitano russo della seconda Bundesliga
Napoli preferirebbe firmare il centrocampista di Bruges Bonaventura piuttosto che l'attaccante di Lille Osimchen
Agente Hakimi: L'obiettivo di Ashraf è giocare per il Real Madrid
Il portiere del PSG Bulka fracassato Lamborghini in un incidente stradale in Polonia. Due persone sono state ferite
Nizza si è unita alla lotta per il difensore Dell'Olympiacos Tsimikas. E ' Interessato a Loco
Lacazette ha rifiutato L'offerta Dell'Inter. Potrebbe essere scambiato All'Atlético con Lemara
Ex capo scout CSKA: il 99% del lavoro di scout va sprecato. Questa è specificità