Italy

Coronavirus, Macerata: una donna di 53 anni è la vittima più giovane

La vittima più giovane di Coronavirus a Macerata e provincia è una donna di 53 anni, che non soffriva di patologie pregresse.

Coronavirus, in provincia di Macerata morta donna di 53 anni
Vittima più giovane di Coronavirus a Macerata e provincia, una donna di 53 anni.

Nella provincia di Macerata una donna di 53 anni è la vittima più giovane di Coronavirus. Anna Maria Paccusse non ce l’ha fatta, eppure prima di contrarre il virus non soffriva di particolari problemi di salute. Era residente a Treia ma originaria di Apiro.

Donna di 53 anni uccisa dal Coronavirus

La comunità di Treia è sconvolta, come suo marito Damiano: Anna Maria era stata ricoverata in ospedale circa due settimane prima del suo decesso. Si è sempre detto finora che fra i pazienti più a rischio di morte ci fossero anziani e persone con patologie pregresse, eppure la donna non faceva parte di queste due categorie.

La situazione a Macerata

Nella zona di Macerata scende il numero di morti, ma cresce quello dei contagi. Nella provincia le vittime sono altre 4: un 75enne di Civitanova, un 88enne di Recanati e un 80enne di Tolentino, un 87enne di Montelupone, tutti uomini con patologie pregresse a parte uno.

Nelle Marche, al 29 marzo 2020, sono 3,558 i casi totali di Coronavirus di cui 3,160 attuali. I pazienti che, come Anna Maria, non ce l’hanno fatta, sono invece 364.

Nel frattempo, il territorio è stato anche colpito da un terremoto di magnitudo 3.3 sulla scala Richter, con epicentro a 5 chilometri da Monte Cavallo. L’episodio è avvenuto nella giornata del 20 marzo 2020, in piena emergenza Coronavirus. A parte le numerose segnalazioni sui social network, non ci sono stati per fortuna feriti né danni a seguito delle scosse.

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.


Contatti:

Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.

Leggi anche

Denunciati medici per presunti errori durante il Coronavirus

Cronaca

Durante l’emergenza Coronavirus, alcuni medici sono stati denunciati su suggerimento di studi legali. Serve più tutela della professione.

Coronavirus, il bilancio dei contagi: 73.880 casi e 10.779 morti totali

Cronaca

Le autorità della Protezione Civile hanno diramato il nuovo bilancio dei contagi da coronavirus, che sale a 73.880 casi e 10.779 decessi.

angelo rottoli

Cronaca

Angelo Rottoli, ex pugile bergamasco è morto a causa del coronavirus. Solo due settimane prima aveva perso madre e fratello.

Urbano Cairo scatena polemiche per un discorso

Cronaca

Il discorso di Urbano Cairo ai suoi dipendenti non è piaciuto quasi a nessuno. Secondo molti, ciò che ha detto è inappropriato.

Football news:

Il Real Madrid ha esteso il contratto con Casemiro fino al 2023 (Marca)
Teddy Sheringham: Pogba ha bisogno di andarsene per il Manchester United per comprare qualcuno con la mentalità giusta
In Francia, 400 tifosi sono venuti a calcio illegale. Dopo il gol, hanno corso sul campo
Sulscher sul noleggio di Igalo: spero che possa completare quello che ha iniziato, forse vincendo il trofeo con il Manchester United
Mueller su Alfonso Davis: il corridore di Monaco ruba costantemente la palla all'avversario
Favre su 0:1 con il Bayern: il Borussia meritava un pareggio
Flick sulla vittoria sul Borussia Dortmund: oggi abbiamo fatto un grande passo avanti