Italy

Coronavirus, Roma prepara le tende ospedali per i casi sospetti: saranno 31 nel Lazio

L’interno del triage da campo dell’ospedale Spallanzani (Foto di Simona Berterame)
in foto: L’interno del triage da campo dell’ospedale Spallanzani (Foto di Simona Berterame)

Strutture gonfiabili come filtri d'accoglienza davanti agli ospedali. La prima è stata allestita oggi allo Spallanzani di Roma. Si tratta di una delle tensostrutture previste nel Lazio, trentuno in tutto, adibite esclusivamente all'accoglienza di eventuali pazienti sospetti di aver contratto il nuovo coronavirus CoVid-19 e in attesa di essere sottoposti al test. Una sorta di ‘triage da campo', che servirà per agevolare il lavoro del personale sanitario e per dotare i casi in attensa di verifica un punto ad essi dedicato. Ad inaugurare la struttura, cosiddetta ‘Posto assistenza socio sanitario', l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato.

Allestito l'ospedale da campo davanti allo Spallanzani

Il triage da campo allestito davanti all'ospedale Spallanzani è costituito, nello specifico, da 700 metri quadri, suddivisi in quattro sale visite. "Si tratta di una struttura che possa essere utilizzata come area d'accoglienza, e non ci di gestione clinica del paziente, per fare da filtro ai pazienti – ha spiegato D'Amato – Auspichiamo che non ci serva, ma dobbiamo farci trov are pronti e con tutti gli strumenti possibili per affrontare eventuali nuovi casi, nel caso vi sia un afflusso di persone maggiore di quello attuale".

Tutti negativi i test di oggi allo Spallanzani

"Sono negativi tutti i test per la ricerca del nuovo coronavirus svolti oggi sui pazienti all'ospedale Spallanzani, compreso un caso proveniente dall'ospedale Sant'Andrea di Roma". A renderlo noto l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato, che ha tenuto a specificare: "Non ci sono ad oggi casi autoctoni di CoVid-2019 nel Lazio".