Italy

De Luca: “Svuoteremo gli ospedali dagli asintomatici e li ospiteremo nei ‘Covid resort’. So che fa ridere ma non sono alberghi a 5 Stelle’

Ore 19 - iscriviti alla newsletter e ricevi gli ultimi aggiornamenti nella tua casella.

Dobbiamo cominciare a svuotare gli ospedali dagli asintomatici, che devono essere in isolamento domiciliare. Stiamo aprendo dei ‘Covid resort’. La cosa fa un po’ ridere, ma non sono alberghi a 5 stelle. Sono strutture dove ospitare anche pazienti asintomatici che non possono rientrare a casa per vari motivi particolari”. Lo annuncia nella sua diretta Facebook il presidente della Regione Campani, Vincenzo De Luca, che aggiunge: “Nell’Ospedale del Mare abbiamo un’intera palazzina, destinata ai familiari dei pazienti con 200 stanze. La impiegheremo totalmente ad accogliere pazienti asintomatici che, anziché stare negli ospedali, possono stare lì a passare queste due settimane di isolamento. Stiamo facendo la stessa cosa in altre realtà territoriali con altre Asl”.

La decisione del governatore campano è motivata da una ragione precisa, come lui stesso spiega: “L’obiettivo che dobbiamo darci è quello di trovare il punto di equilibrio fra nuovi contagi e malati che diventano negativi, cioè persone che guariscono. Per intenderci, se abbiamo 100 nuovi contagi al giorno dobbiamo avere 100 guarigioni al giorno, o numeri simili. Oggi abbiamo in Campania un affollamento particolare degli ospedali, dove abbiamo avuto fino a ieri 430 persone, in gran parte asintomatiche – continua – Questo è un dato che ci differenzia dalle regioni del Nord e va corretto. Non possiamo occupare centinaia di posti negli ospedali per persone alle quali dobbiamo fare un servizio da badanti, come mi dicevano i direttori generali delle Asl. Non hanno sintomi, né febbre, né tosse, non hanno niente. Quindi, dobbiamo inviare in isolamento domiciliare quelli che risultano positivi ma senza sintomi”.
Poi rassicura: “Quando vi dico di stare tranquilli, ve lo dico perché da noi non succederà di trovare malati per terra, né situazioni nelle quali non sappiamo dove ricoverare un anziano sofferente. E’ un lavoro impegnativo. All’ultimo respiro dobbiamo farlo, ma dobbiamo farlo”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Coronavirus, De Luca e l’analisi sui contagi: “Numeri elevati, ma 98% sono asintomatici”. Poi inveisce contro le forze dell’ordine ‘assenti’

next

Football news:

Cavani è tornato in allenamento e probabilmente giocherà con Crystal Palace
Fabio Capello: la Juve ha giocato a Rugby contro il porto. Solo Ronaldo e Chiesa sono in grado di fare la differenza in questa formazione
Neymar: ho postato come mi riprendo da un infortunio e non ho ricevuto messaggi con le parole: Wow, che professionista. Nessuno
Ole-Gunnar Sulscher: il lavoro dei giudici è molto difficile e senza ulteriore pressione. Dobbiamo prendere le loro decisioni
Joan Laporta: sono sicuro che Messi non rimarrà nel Barça se non vinco io le elezioni. Dà al club il 30% delle entrate
Trent ha idolatrato Gerrard fin dall'infanzia ed è entrato in una fiaba: ha ricevuto da Steven la cura e la benda del capitano. Una storia di relazioni meravigliose
Il recupero di Hazard dopo l'infortunio è ritardato. Probabilmente non giocherà con L'Atletico il 7 marzo