I giovani fermati, non contenti, hanno provato fino alla fine a sottrarsi al controllo, opponendo una forte resistenza. A quel punto però per entrambi è scattata la denuncia per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione in concorso

VERONA. Una giornata molto movimentata quella di due minorenni che si sono cimentati in una fuga a tutta velocità per le vie di Verona nel tentativo di seminare i carabinieri che si erano messi al loro inseguimento.

I militari infatti, nel corso dei controlli sul territorio, avevano individuato e deciso di fermare il motorino su cui viaggiavano i due giovani. I minorenni però, appena notati i carabinieri, anziché fermarsi hanno iniziato ad accelerare, tentando in ogni modo la fuga.

Quando i carabinieri hanno raggiunto i due fuggitivi, li hanno bloccati e identificati: dal controllo è emerso che il motorino su cui viaggiavano, un “Sym”, risultava rubato a Verona il 3 maggio scorso.

I giovani non contenti hanno provato fino alla fine a sottrarsi al controllo, opponendo forte resistenza. A quel punto per entrambi è scattata la denuncia in stato di libertà, per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione in concorso.

Contenuto sponsorizzato