Trend

Con un post sui suoi profili social, il garante del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo ha lanciato il suo endorsement alla sindaca uscente Virginia Raggi pubblicando un fotomontaggio che la ritrae come una gladiatrice

raggi grillo gladiatrice post

Da candidata a gladiatrice. Con un fotomontaggio postato sui suoi profili social, Beppe Grillo dimostra il suo appoggio alla corsa al Campidoglio di Virginia Raggi “trasformando” la sindaca uscente in una combattente romana, con tanto di elmo e scudo. “Più in alto voli, tanto più piccoli sembreranno quelli che non possono farlo”, recita il messaggio del garante del Movimento 5 stelle, che chiude con il più classico degli endorsement: “Virginia, vai avanti con coraggio!”.

“Dobbiamo avere memoria di come era la città quando l’ho presa. Siamo usciti da mafia capitale, che è stata la punta di un iceberg che si trascinava da tempo, venivamo da un periodo di commissariamento E avevamo miliardi di debito. Non avevamo soldi né appalti attivi. Venivamo da un periodo di commissariamento. Era una città in ginocchio, dobbiamo ricordarci com’era. Ho rimesso a posto la macchina, ora la macchina può ripartire. E che sta camminando”, ha affermato ieri la sindaca.

Ma non tutto il M5s rema dalla stessa parte. Da almeno due anni, ormai, è forte l’opposizione interna di Roberta Lombardi, attualmente assessora alla Transizione ecologica e alla Trasformazione digitale del Lazio. Con alcuni messaggi inviati nelle chat di colleghi, aveva detto che “Raggi pensa più alla carriera che alla propria forza politica”, e le aveva contestato la gestione dei rifiuti nella Capitale. Lombardi è anche in aperta rottura con Beppe Grillo, e lo ha dimostrato anche qualche mese fa schierandosi dalla parte dell’ex premier Giuseppe Conte durante la fase di contrattazioni che lo ha portato a diventare nuovo capo politico dei grillini.

Intanto le elezioni si avvicinano, anche se sul sito del Comune di Roma la data riportata per le consultazioni è sbagliata. Nella sezione dedicata alle “notizie” è apparsa una comunicazione destinata alle persone con disabilità per le quali l’amministrazione ha attivato un servizio di trasporto dall’abitazione al seggio. “Si vota il 2 e 3 di ottobre”, recitava l’avviso prima di essere corretto, ma in realtà le urne resteranno aperte domenica 3 e lunedì 4.