This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Francesca, morta di parto a 29 anni assieme a 2 dei 3 gemelli: assolti tutti i 14 medici

Tutti assolti i 14 medici accusati di omicidio colposo plurimo per la morte di Francesca Oliva, la 29enne casertana morta durante il parto, nel quale morirono anche due dei tre gemelli partoriti prematuramente. Per i giudici, i medici non hanno commesso il fatto, e dunque hanno ricevuto piena assoluzione.

Tutti assolti i 14 medici imputati per la morte di Francesca Oliva e di due dei tre gemelli che la donna aveva messo al mondo. La tragedia era avvenuta il 24 maggio del 2014 nelle clinica Pineta Grande di Castel Volturno, nel Casertano, e per quella morte erano finiti sul banco degli imputati quattordici medici, tra cui nove dell'ospedale di Giugliano in Campania e tre ginecologi della clinica Pineta Grandi. Tutti assolti quest'oggi "per non aver commesso il fatto" dalla prima sezione penale del tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Inizialmente, erano state richieste pene dai due ai quattro anni per la maggior parte dei medici imputati, accusati di omicidio colposo plurimo. Ma per i giudici nessuno di loro può essere ritenuto responsabile della morte della giovane, per negligenza o imprudenza. E così oggi è scattata la piena assoluzione per non aver commesso il fatto. La vicenda era iniziata dopo che Francesca Oliva, incinta al sesto mese, si era sottoposta ad un intervento di cerchiaggio al collo dell'utero presso l'ospedale di Giugliano in Campania, eseguito dal suo ginecologo di fiducia che poi è deceduto in altre circostanze nel 2017, tre anni dopo la vicenda.

Pochi giorni dopo l'intervento, le sue condizioni si sono aggravate ed era stata ricoverata d'urgenza alla Clinica Pineta Grande, mettendo anche al mondo i suoi tre gemelli. Uno dei tre, il maschietto, era già morto quando fu partorito, ma nessuno se ne sarebbe accorto: la presenza del feto morto e dunque in decomposizione provocò una setticemia che fu fatale per la 29enne. Delle altre due bimbe nate in quel travagliato parto, una morì poche ore dopo essere venuta al mondo, l'altra è invece sopravvissuta pur pesando solo 600 grammi, dopo un lungo periodo in terapia intensiva neonatale.