Italy

Gaetano Letizia, lo ‘zingaro’ di Scampia che ricorda Maradona: “Cancellate la ’10’ dal calcio”

Dalle Vele di Scampia alla Serie A segnando un gol da dedicare a Diego Armando Maradona. Così, Gaetano Letizia ha potuto festeggiare il pareggio al Vigorito contro la Juventus, siglando la rete del pareggio che ha confermato la bontà del progetto legato a Pippo Inzaghi che continua dopo la promozione in massima serie. Una rete splendida, da vero bomber più che da terzino, con un tiro al volo a incrociare sul palo più lontano. Dedicando questo capolavoro al suo mito di sempre che da bambino ha vissuto senza filtri, nel cuore di Napoli, tifando Napoli e non solo: Diego Armando Maradona.

Al Diez scomparso un paio di giorni fa a soli 60 anni, Letizia ha voluto regalare la dedica del suo gol e nell'intervallo del match ai microfoni di Sky ha sottolineato il suo ricordo per il Pibe: "Io non sono nessuno per dirlo ma dopo la scomparsa di Diego nel mondo del calcio dovrebbe essere cancellata qualsiasi numero 10. Evidentemente questo gol lo dedico a lui, da napoletano".

Gaetano Letizia è dopotutto un prodotto verace di Napoli: cresciuto nei quartieri più poveri della città ha saputo elevarsi grazie al calcio. Rimane senza mamma a soli 3 anni e cresce in una famiglia allargata composta da sei fratelli, allevati dal papà e dalla sorella della madre, Anna. Ma da quelle durezze infantili si forma il suo carattere e l'attaccamento ad una terra che non rinnegherà mai, portandola con sè in giro per la penisola del calcio. La sua grande prima avventura si chiama Carpi dove gioca tra il 2012 e il 2017, poi la recente storia col Benevento con cui è tornato in Serie A.

Letizia, lo ‘zingaro' di Scampia come si ama definire per ricordare i giochi per strada e i calci al pallone tra le vie del quartiere è oggi uno dei luogotenenti di Pippo Inzaghi. Titolare del Benevento, complice della salita in Serie A, punto fermo della formazione campana anche in massima serie, contro la Juventus ha trovato il suo secondo gol stagionale. Il primo lo aveva segnato nel successo esterno (3-2) contro la Sampdoria alla seconda di campionato, la prima partita della stagione. Segno che quando lo ‘zingaro' va a segno, il Benevento non perde mai.

Football news:

Ho messo il corpo di Messi, e lui si è arrabbiato e mi ha dato un pugno in faccia. Aggressione evidente. L'attaccante di atletica sul rosso Leo
Messi può squalificare per 2 giochi. L'arbitro non ha indicato che l'attaccante del Barça ha mostrato aggressività colpendo l'avversario alla testa
Pirlo su 0:2 da Inter: L'allenatore deve prima prendere la colpa. Eravamo troppo prevedibili
Sulscher su 0:0 con Liverpool: non ci meritiamo la vittoria. Volevano venire a fare risultato, considerando le loro ferite
Il campo e 'il posto piu' sicuro che abbiamo. Il Liverpool e il Manchester United hanno posticipato la seconda metà della stagione
Messi può essere squalificato per 4 partite per il calcio di un giocatore atletica in testa
L'ex difensore della Juve e del Bayern Benatia si trasferirà a Parma