This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Gastroenteriti in un comune dell’Abruzzo: spunta un altro batterio

Gastroenteriti in un comune dell’Abruzzo, spunta un altro batterio: dopo il Clostridium perfringens trovato in questi giorni anche l’Escherichia Coli

Individuati due micro organismi nelle acque di San Valentino

Gastroenteriti in un comune dell’Abruzzo: nell’acqua di San Valentino Citeriore, in provincia di Pescara, spunta un altro batterio responsabile delle centinaia di infezioni gastriche che hanno colpito la cittadinanza nelle ultime due settimane. Dopo la decisione della Asl di avviare accurate indagini sull’acqua e dopo che erano scesi in campo anche i Nas dei Carabinieri, nelle condutture cittadine è stato individuato un altro “inquilino sgradito”: l’entero patogeno Escherichia Coli

Gastroenteriti in Abruzzo: individuato un altro batterio nella rete idrica

Qualche giorno fa e dopo oltre 200 casi di dissenteria acuta ed un allarme massivo, nella rete idrica era stata rivelata anche la presenza del batterio termoresistente Clostridium perfringens. L’indagine sanitari era proseguita in questi giorni e dalle analisi sono spuntati anche i batteri coliformi responsabili di quei sintomi. 

Un altro batterio nella rete idrica di San Valentino d’Abruzzo: è l’Escherichia Coli che può causare gastroenteriti

Sintomi che per un attimo avevano fatto pensare ad una qualche forma di influenza gastrica, dato che moltissimi cittadini che li accusavano non avevano solo diarrea e nausea, ma anche febbre alta associata ad una dissenteria che aveva colpito anche una ventina di residenti di una località vicina ed allacciata alla stessa rete idrica.

Verifiche del Nas sulla rete idrica del paese in Abruzzo con 200 gastroenteriti: dopo il Clostridium trovato un altro batterio

I militari hanno avviato verifiche ed accertamenti presso il Comune di San Valentino, gestore dell’acquedotto dell’Orfento, il cui sindaco aveva emesso un’ordinanza di divieto di uso dell’acqua dei rubinetti. Le coproculture messe in atto suggeriscono la possibilità di sversamenti o falle nella rete idrica.

Leggi anche

Articoli Correlati