Italy

Giro d’Italia 2020, un’app interattiva racconta atleti, tappe e classifiche

La tv, certo, e poi la radio, i giornali, il web, i podcast. Ma il Giro d’Italia, che scatta sabato dalla Sicilia con la cronometro Monreale-Palermo, quest’anno è anche in una App per seguire la corsa in diretta sullo schermo di un telefonino o tablet con un’interattività e una completezza di informazioni senza precedenti.

La corsa rosa è prima di tutto un viaggio attraverso la Penisola che nella 103ª edizione è davvero inclusivo: la Sicilia in lungo e in largo, la risalita sul fronte adriatico e poi quello alpino tagliato da est a ovest, dal Friuli al Piemonte. Al posto delle classiche mappe geografiche statiche, ciascuna delle 21 tappe dispone di una pagina ottimizzata per smartphone che contiene planimetrie e altimetrie ingrandibili e i profili delle decine di salite affrontate lungo il percorso con — per i grimpeur più appassionati — l’analisi del grado di difficoltà chilometro per chilometro: impressionante anche sui sei pollici dello schermo di uno smartphone l’infinito profilo del Colle dell’Agnello (20ª tappa), che vira su pendenze sempre più elevate salendo verso i 2.744 metri del valico.

Le tabelle di marcia (che verranno modificate in tempo reale in caso di variazioni di percorso dovute al meteo) permettono di pianificare gli spostamenti dei tifosi lungo il tracciato, nel rispetto del distanziamento sociale. E non mancano cenni storici, artistici, note sulle curiosità e la pagina sulla gastronomia locale.

Il Giro d’Italia sarà scritto chilometro dopo chilometro da 176 corridori di tutto il mondo in gara con le maglie di 22 squadre diverse. Non tutti fuoriclasse come Vincenzo Nibali, non tutti noti come Elia Viviani. A ciascuno di loro l’App dedica una pagina di note biografiche con la prestazione di giornata e le posizioni nelle varie classifiche aggiornate tappa dopo tappa. Le schede potranno essere consultate grazie a un motore di ricerca interno, scoprendo ad esempio che Fabio Mazzucco della Bardiani (21 anni e 177 giorni sabato prossimo) sarà il più giovane al via mentre l’olandese della Trek Segafredo Pieter Weening (39 anni e 175 giorni) il più anziano.

La lista degli iscritti è stata ufficializzata lunedì dall’organizzazione ma sono possibili variazioni dell’ultima ora. I capitani designati a lottare per la vittoria saranno in primo luogo Vincenzo Nibali, Thomas, Simon Yates, Fuglsang, Kruijswijk, Lopez, Majka, Vlasov e Zakarin.

Le classifiche, ovviamente, avranno sulla App uno spazio dedicato con aggiornamenti rapidi al termine delle tappe: quella assoluta per la maglia rosa, quella a punti che assegna la maglia ciclamino, la bianca di miglior giovane, l’azzurra del miglior scalatore. Non manca la sezione «live» con il racconto testuale della gara. Il tutto diffuso in quattro lingue: italiano, inglese, francese e spagnolo.

Le squadre che partecipano al Giro atterrano tra martedì e mercoledì a Punta Raisi. Resta a casa Fabio Sabatini, luogotenente di Elia Viviani nelle volate. Positivo al Covid, il toscano non è in condizione di poter sostenere una prova cosi impegnativa.

Football news:

Rashford sulla vittoria contro il PSG: il Manchester United ha ora una forte posizione nel gruppo
Nagelsmann sulla vittoria contro L'Istanbul: non è completamente soddisfatto del gioco di Lipsia - è stata la stanchezza, non la pressione più efficace
Il portiere di Bruges Horvath su 2:1 con Zenit: hanno dimostrato che non dovremmo considerarci estranei noti del gruppo
Il Manchester United Ha Vinto di nuovo a Parigi con un gol in ritardo di Rashford. L'eroe inaspettato è un riservista di 22 anni che non era sul campo da dicembre 2019
Jürgen Klopp: prima Oliver non ha visto il momento, poi VAR ha dimenticato le regole. E le conseguenze venuto solo per van Dyck e Thiago
Favre sulla sconfitta dalla Lazio: il Borussia mancava di determinazione. L'allenatore del Borussia Dortmund Lucien Favre ha parlato della sconfitta contro la Lazio
Lampard su 0:0 con Siviglia: penso che entrambe le squadre sono felici con il pareggio