Italy

Giulio Berruti: “Io e Maria Elena Boschi abbiamo già parlato di figli”

Giulio Berruti è ospite della puntata di Verissimo in onda il 31 ottobre su Canale 5. Nel programma pomeridiano (in onda regolarmente dopo la morte della mamma di Silvia Toffanin), l'attore ha parlato per la prima volta della chiacchierata relazione con l'ex ministro Maria Elena Boschi, una storia che per mesi i due hanno cercato di tenere lontana dalle luci della ribalta.

Com'è nato l'amore tra Berruti e Maria Elena Boschi

Berruti e la Boschi si sono conosciuti nel 2014 e per diverso tempo si è mormorato di una relazione tra i due, sempre smentita. In realtà, l'amore sarebbe nato soltanto la scorsa primavera, poco dopo il lockdown, e il loro legame sarebbe già molto serio:

Ci siamo incontrati la prima volta nel 2014 all’uscita di un cinema. Poi ci siamo rivisti dopo tre anni a un evento. Poi sono passati ancora alcuni anni prima che ci incontrassimo nuovamente. Finito il lockdown, e io aver terminato una storia d’amore, ci siamo risentiti e rivisti e piano piano è nato questo rapporto molto speciale. Maria Elena è una persona molto dolce, dalla forte umanità. È propensa all’ascolto, attenta ai bambini e alle persone in difficoltà. La prima sera in cui si è fermata da me mi ha chiesto di pregare per le persone che soffrono. Noi ci confrontiamo molto. Non avrei mai pensato di innamorarmi di una persona che facesse politica.

L'idea di avere una famiglia

L'attore ha anche raccontato un aneddoto sull'amore con la Boschi: "La prima volta che è venuta a cena a casa mia, è caduta dalla sedia e ha fatto cadere anche il vino, sporcandomi la camicia. In quella vulnerabilità e goffaggine reciproca ci siamo un po’ trovati”. A confermare l'intensità del loro rapporto, il fatto che abbiano già pensato all'idea di avere dei bambini:

 Io arrivo da una famiglia molto unita. Vorrei tanti figli. Tra noi ne abbiamo parlato e poi si vedrà.

La malattia di Giulio Berruti

Berruti ha parlato a Silvia Toffanin anche del problema di salute che lo affligge da tempo. Soffre da 14 anni di fibromialgia, una malattia reumatica che colpisce l'apparato muscolo-scheletrico ed è caratterizzata da dolore cronico e diffuso. Questa condizione non solo ha comportato per lui difficoltà lavorative, ma anche momenti di grande dolore e sconforto:

È una malattia fantasma con pazienti fantasma. Ho passato un anno e mezzo in cui non ho potuto lavorare. In un paio di occasioni ho avuto un pensiero diverso dal solito, ma ho avuto la fortuna di avere accanto persone che mi hanno saputo accogliere e comprendere. È stata dura ma negli anni ho imparato a conviverci.

Football news:

La Juventus può scambiare Dybala con Icardi nel PSG la prossima estate
Joan Laporta: L'Inter ha offerto 250 milioni di euro per Messi nel 2006, ma ho detto di no
Mikel Arteta: il giorno in cui ho deciso di diventare allenatore, sapevo già che un giorno sarei stato licenziato
La Nazionale tedesca sta affondando nei problemi. Rinunciare a Mueller, Hummels e Boateng potrebbe costare a Lev il lavoro
Meshcheryakov sui nuovi casi di covid in loco: non ho sentito mai
Mascherano è il simbolo della rivoluzione tattica della fine dello zero. Grazie al coraggio e all'intelligenza, si è aperto sia a Benitez che a Pep
Ferrara su Maradona: Diego era un antieroe. Ha pagato per i suoi errori