Italy

Godin al Cagliari, Candreva alla Sampdoria: l'Inter inizia a sfoltire

ROMA - Dopo tanti acquisti, l'Inter comincia ufficialmente a sfoltire. Non è ancora giunta l'ora di Matias Vecino, ma è arrivata l'ufficialità degli addii di Diego Godin e di Antonio Candreva. Il difensore uruguaiano, come si ventilava già da diverse settimane, è un nuovo difensore del Cagliari: l'ex colonna dell'Atletico Madrid ha siglato un contratto con la società isolana fino al 2023. Godin si metterà subito agli ordini di Eusebio Di Francesco, che spera in altri rinforzi da qui alla fine del mercato. Saluta Milano anche Antonio Candreva: l'accelerazione degli ultimi giorni ha dato i suoi frutti e l'esterno romano è la nuova ala della Sampdoria. Ranieri potrebbe averlo a disposizione già contro il Benevento, l'Inter ha incassato circa 2,5 milioni di euro. "Orgoglioso di aver dato tutto con la maglia nerazzurra", ha scritto Candreva su Instagram ai suoi ormai ex tifosi interisti: è il secondo ex laziale che in pochi giorni si accasa a Genova dopo Keita.

Il PSG su Bakayoko

L'arrivo di Tonali al Milan ha bloccato il possibile ritorno in rossonero e allora Tiemoue Bakayoko potrebbe restare in Francia, passando però dal Monaco (dove era in prestito) al Paris Saint-Germain. I campioni transalpini devono trattare con il Chelsea, che detiene il cartellino del calciatore e che non vorrebbe un ulteriore prestito dopo le esperienze al Milan e nel club monegasco. Il Borussia Dortmund insiste sulla linea verde: preso dal Manchester City il sedicenne Jamie Bynoe-Gittens. Santiago Arias, terzino che nelle ultime ore era stato accostato anche alla Roma, si è accasato al Bayer Leverkusen. Resta invece sospesa la posizione di David Alaba, difensore del Bayern Monaco il cui contratto scade tra un anno: il calciatore non vuole rinnovare ma i bavaresi chiedono 60 milioni di euro, cifra che ha spaventato i possibili acquirenti.

La folla di esuberi

Sono tanti i giocatori che potrebbero essere piazzati solamente nelle ultime ore di mercato: si tratta di elementi che specialmente le grandi squadre ritengono ormai di troppo. Il discorso non riguarda solo Arkadiusz Milik, divenuto improvvisamente ingombrante per il Napoli, ma anche tanti profili minori: il già citato Vecino è uno degli esuberi interisti, così come Dalbert, rientrato dopo l'esperienza con la Fiorentina. Ancora da decidere anche il futuro di Andrea Ranocchia, che piace al Genoa. Il Napoli, oltre a Milik, deve piazzare anche Younes, in un reparto offensivo che vede anche l'irrisolta figura di Llorente. La Juventus valuta offerte per Rugani ma non intende svenderlo, la Roma pensava di aver ceduto Perotti al Fenerbahçe ma la trattativa si è bloccata di colpo. Anche la Lazio ha i suoi problemi: Bastos pare in uscita da settimane ma la telenovela con l'Al Shabab non si è ancora conclusa, Wallace è rientrato alla base in estate e deve essere piazzato. C'è poi chi, come Fiorentina e Sassuolo, deve invece capire se arriveranno offerte di un certo livello per i big, da Milenkovic a Boga passando per Locatelli. Altro che esuberi, merce pregiata in un mercato che però, almeno internamente, non sembra particolarmente propenso alle grandi spese. I neroverdi stanno invece per piazzare il difensore Marlon al Fulham.

Il mercato delle altre

Lo Spezia continua a macinare ufficialità: è la volta del difensore Chabot, prelevato dalla Sampdoria. L'Hellas Verona si accinge a riaccogliere Eddie Salcedo dall'Inter: era una delle richieste di Ivan Juric, che lo aveva lanciato in pianta stabile lo scorso anno prima di un lungo stop per infortunio. Il Torino sta trattando con lo Sporting Lisbona per la cessione di Lyanco e attende offerte per Izzo, che non sembra rientrare nei piani tattici di Giampaolo, tecnico che utilizza la difesa a 4, mentre il difensore predilige giocare a 3. La Sampdoria ha chiuso l'affare per il difensore classe 2002 Hermansen, che andrà a rinforzare la Primavera. Il Bologna ha finalmente dato l'ufficialità dell'arrivo dell'interessantissimo esterno di fascia Hickey, acquistato dagli Hearts. L'Udinese potrebbe riportare in Friuli Roberto Pereyra, che ha già indossato la maglia bianconera e che arriverebbe dall'altro club di casa Pozzo, il Watford.

 

Football news:

Hans-Dieter Flick: il Bayern ha giocato bene in difesa e ha lasciato poco a Eintracht
AJAX con il punteggio di 13:0 ha battuto Venlo. Questa è la più grande vittoria nella storia di Heredivizi
Messi non segna il Real Madrid dopo aver lasciato Ronaldo in Juve. Nell'ultimo Clasico prima del trasferimento hanno segnato entrambi
Sergio Ramos: rigore netto, sono stato preso. È ingiusto condannare l'arbitro
Ronald Kuman: non capisco var, sta lavorando contro di noi. Il barcellona non merita queste sconfitte
Griezmann non ha fatto un'azione efficace in cinque partite a Kuman
L'ex arbitro Anduhar Oliver ritiene che l'arbitro non avrebbe dovuto assegnare un rigore alla porta del Barça a clásico