Italy

Gorizia, un’antica dimora diventa scuola: la Ferretti emigra a Villa Ritter

Trasloco temporaneo per alunni, docenti e personale ausiliario. La preside: «Un grazie agli uffici» 

GORIZIA. Quando un episodio sfavorevole, può trasformarsi in qualcosa di positivo.

Ieri mattina, gli alunni e il personale docente e ausiliario della scuola primaria “Ferretti” hanno preso possesso della nuova sede provvisoria. E che sede! Si tratta della prestigiosa Villa Ritter, ottocentesca dimora fatta costruire dal barone Guglielmo.

«Le operazioni si sono svolte senza intoppi - spiega l’assessore comunale alle Manutenzioni, Francesco Del Sordi -. E un plauso va agli uffici perché siamo riusciti ad anticipare ad oggi (ieri) il rientro dopo alcuni giorni in Dad. Come ricorderete, originariamente era previsto di riprendere le lezioni in presenza lunedì 27. Mi sembra una soluzione ottimale perché la location è splendida e molto ampia. Peraltro, l’aula magna è stata riconvertita in palestra e gli alunni, quindi, hanno anche questo servizio. Mi dispiace per il disagio arrecato ma non avevamo alternative, visto quanto successo alla Ferretti». Torniamo un attimo indietro per ricordare la vicenda della scuola elementare.

Tutto era nato dai problemi alla copertura provvisoria della sede storica che imbarcava acqua. Il cantiere aveva subito dei rallentamenti per materiali giunti in ritardo e la ditta a cui sono stati affidati gli interventi non era riuscita a ultimare la copertura dell’edificio nei tempi prestabiliti. Era stata così realizzata una copertura provvisoria che, però, a fronte della pioggia scrosciante delle notti passate, non era riuscita a trattenere l’acqua. Ciò aveva fatto sì che l’edificio divenisse impraticabile.

La dirigente scolastica Alessandra Putortì nella circolare pre-trasferimento evidenzia come è «grazie alla collaborazione con l’ufficio tecnico, gli assessori e i dirigenti comunali se è stato possibile aprire alle attività didattiche in anticipo rispetto alle previsioni. Il doposcuola funzionerà regolarmente per gli alunni iscritti, con gli stessi orari, ossia in continuità con l’orario scolastico dalle 13.24 alle 16». Soddisfatto anche l’assessore all’Istruzione Silvana Romano per una situazione che si è sbloccata subito. «Un grazie agli uffici», dichiara.

Ma in che condizioni versa Villa Ritter, edificio da parecchi mesi inutilizzato dopo l’addio dell’università privata del Ciels? «Si è mantenuto in ottime condizioni. È bastato poco per rimetterlo in pista e riutilizzarlo e di questo siamo felici. In questo momento, utilizziamo la prestigiosa dimora come scuola-serbatoio, da usare all’occorrenza. Credo che se il diavolo non ci metterà la coda, nei primi giorni di novembre, gli alunni potranno tornare nella sede originaria. I lavori, di là, vanno avanti spediti. Speriamo che il maltempo non scompagini i piani ma siamo ottimisti».

Quella di Villa Ritter è una lunga storia. Restaurarla e recuperarla architettonicamente costò due milioni 800 mila euro. In origine avrebbe dovuto ospitare le aule e i laboratori del master inter-universitario in Gestione e valutazione del rischio idrogeologico. Poi, non se ne fece nulla ma arrivò il Ciels per qualche anno, prima della dolorosa chiusura.

Villa Ritter a Straccis, nel passato, venne riutilizzata anche per dare un tetto a sfrattati e a chi aveva avuto la casa danneggiata dal terremoto del maggio ’76. Fu sgomberata dopo l’incendio sviluppatosi per cause «misteriose» nel marzo 1988 e ancora più malridotta dopo un altro incendio doloso nel giugno 1992. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Football news:

La priorità di Barcellona è la nomina di Klopp. Il suo contratto con il Liverpool - fino al 2024
Il Milan è pronto ad aumentare il salario di Theo di oltre il doppio-fino a 3,5 milioni di euro all'anno
Al-Sadd Xavi 34 partite non perde in campionato Qatar - è il record del club. Il record di campionato è 41 partite
Nagelsmann su Hernandez: è di buon umore, non sembra preoccupato per la prigione
Tuchel sulla vittoria su Southampton: una partita intensa. Mi è piaciuto vigore il Chelsea
Pioli Pro 1:0 con Torino: Milan ha controllato il gioco. Questa è la nostra quarta partita negli ultimi 10 giorni, con un po' di spazio per la rotazione, e il Torino è un avversario molto forte
Arteta Pro 2-0 con Leeds: abbiamo creato molti momenti, giocato meglio e più forte