Italy

Gran Bretagna, il governo Johnson accusa: «Mosca interferì nel voto 2019»

Interferenze sul voto e spionaggio sui ricercatori impegnati nei test sul vaccino anti Covid. «Attori russi» avrebbero cercato d’interferire nelle elezioni britanniche del 2019, contribuendo alla diffusione di un rapporto - autentico, ma interlocutorio - sul possibile impatto di un accordo commerciale post Brexit fra il governo Tory di Boris Johnson e l’amministrazione Usa di Donald Trump sul servizio sanitario nazionale (Nhs). Lo sostiene lo stesso governo Johnson illustrando le prime conclusioni di un’indagine condotta sulla vicenda: esplosa in campagna elettorale quando l’allora leader dell’opposizione laburista, Jeremy Corbyn, poi peraltro sconfitto nettamente alle urne, rese pubblico la documentazione denunciando il possibile accordo. «Il governo - ha detto oggi il ministro degli Esteri, Dominic Raab - ha concluso che attori russi quasi certamente cercarono d’interferire nelle elezioni politiche del 2019 attraverso l’amplificazione online di documenti governativi illecitamente acquisiti». Raab ha peraltro precisato che non risultano «prove di attività su più larga scala» di Mosca rispetto alla campagna elettorale.

Il ministro degli Esteri del governo Johnson, intervenendo in Parlamento, ha definito quelli trapelati come «documenti governativi sensibili relativi al negoziato sull’Accordo di Libero Scambio fra Regno Unito e Usa» che Londra e Washington mirano a definire per il post Brexit. Il materiale, ha proseguito, «fu disseminato online attraverso la piattaforma social Reddit. E quando queste attività non ottennero popolarità, vennero fatti altri tentativi di promuoverne la diffusione in vista delle elezioni». «Sebbene non vi sia prova di una campagna russa su più vasta scala contro le elezioni politiche, ogni tentativo d’interferire nel processo democratico resta inaccettabile», ha concluso Raab, rivendicando «l’assoluta priorità di proteggere la democrazia e le elezioni» da parte dell’esecutivo e sottolineando come sulla vicenda sia in corso anche «un’indagine penale» della polizia.

Già nell’immediato i conservatori avevano denunciato un qualche presunto coinvolgimento russo (o di russi) nella diffusione di quei documenti imbarazzanti, accusando Corbyn di essersi comportato come «una stupida pedina» del Cremlino. La conferma odierna dei sospetti di allora da parte del governo - sia pure con la formula dubitativa del «quasi certamente» e senza accuse dirette allo Stato russo - appare tuttavia una scelta ad orologeria: visto che il 22 luglio prossimo la commissione Intelligence della Camera dei Comuni si prepara a pubblicare un rapporto realizzato mesi fa sullo stesso tema, quello del sospetto di manovre russe nella politica britannica, i cui contenuti rischiano viceversa d’imbarazzare proprio la parrocchia Tory di Boris Johnson, concentrandosi in particolare sulle congetture d’intromissioni nella campagna referendaria per la Brexit.

Ma non solo. Secondo il Guardian, hacker russi supportati dal governo starebbero to prendendo di mira organizzazioni britanniche, statunitensi e canadesi coinvolte nello sviluppo di vaccini contro il coronavirus, secondo i funzionari della sicurezza britannica. Il National Cyber Security Centre del Regno Unito ha affermato che le compagnie farmaceutiche e i gruppi di ricerca sono stati presi di mira da un gruppo noto come APT29, considerato parte dell’intelligence russo. È raro che il Regno Unito dichiari esplicitamente di ritenere che un altro paese sia alla base di una campagna coordinata di attacchi informatici, ma i funzionari britannici hanno indicato di aver condiviso la loro valutazione con gli Stati Uniti e il Canada.

Il gruppo APT29 è attivo da diversi anni ed è anche noto nella comunità degli hacker come «the Dukes» o «Cozy Bear». APT29 utilizza una varietà di strumenti e tecniche per tentare di rubare segreti, incluso l’uso di e-mail di phishing e malware personalizzati noti come «WellMess» e «WellMail». Vengono presi di mira anche i governi, i thinktank e il settore energetico. Paul Chichester, direttore delle operazioni dell’NCSC, ha dichiarato: «Condanniamo questi spregevoli attacchi contro coloro che svolgono un lavoro vitale per combattere la pandemia di coronavirus»..

Football news:

Jovil della quinta divisione D'Inghilterra about De Gea: No, Non mi Interessa. Mi Dispiace, David
Henderson è il miglior giocatore del Liverpool nella stagione 2019/20
Massimo Moratti: i proprietari di Inter hanno tutto il necessario per portare messi
Gagliardini sulla partita contro lo Shakhtar: sono forti, ma L'Inter è determinato
Il presidente Atletico sulla partenza da Champions League: non è la nostra serata. Sono fortunati a segnare due volte, abbiamo una buona squadra
Difensore Lione Marsal: stiamo pensando di entrare in finale Champions League. Abbiamo grandi possibilità di vincere
Willian: L'Arsenal è uno dei club più grandi del mondo. Sono venuto a prendere i trofei