Italy

Il dialogo Draghi-sindacati parte da sicurezza del lavoro e Pnrr

strategie per l’occupazione

Il premier: incontro utile, fissato metodo di lavoro. Banche dati interoperabili nel pacchetto per la prevenzione infortuni. Prossimo incontro sul protocollo d’intesa per il Recovery

di Giorgio Pogliotti

28 settembre 2021

Lavoro, Orlando: "Incontro utile, proficuo e concreto"

Il dialogo tra Governo e sindacati parte dalla sicurezza nei luoghi di lavoro, con una serie di misure da mettere in campo per prevenire gli incidenti: il potenziamento del sistema di formazione di dipendenti e imprenditori, con la revisione e il rafforzamento delle norme sanzionatorie per le violazioni. È un primo tassello - il prossimo appuntamento servirà per costruire un Protocollo sull’attuazione del Pnrr - in direzione di quel Patto con le forze produttive che il premier Mario Draghi e il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, hanno proposto all’assemblea degli industriali.

«È stato un incontro molto utile per fissare un metodo di lavoro» ha commentato il premier Draghi «c’è intesa su questi temi». Ieri sera a palazzo Chigi insieme al capo del Governo hanno partecipato al vertice i ministri del Lavoro, Andrea Orlando, e della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Roberto Garofoli, con i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, rispettivamente Maurizio Landini, Luigi Sbarra e Pierpaolo Bombardieri. Una delle prime azioni consiste nel rendere interoperabili le banche dati di diverse amministrazioni per favorire il passaggio di informazioni sulle sanzioni irrogate tra i soggetti che si occupano della sicurezza nei luoghi di lavoro (Ispettorato nazionale del lavoro, Inail, Inps, Regioni e Asl).

In prospettiva si punta alla creazione di un’unica banca dati centrale. Per i sindacati può essere il primo passo per l’introduzione di una patente a punti per premiare le imprese virtuose nella partecipazione ai bandi. C’è poi il capitolo assunzioni, con i 2.100 ispettori che andranno a rafforzare gli organici dell’Inl, oltre a tecnici e ingegneri (per complessive 2.300 assunzioni).Il ministro Brunetta ha dato la piena disponibilità a lavorare per accelerare le procedure di reclutamento dei profili aggiuntivi da collocare nelle dotazioni organiche del ministero del Lavoro, e nei prossimi giorni incontrerà il ministro Orlando.

C’è poi l’impegno a potenziare il sistema di formazione e prevenzione: le azioni del Governo, in coordinamento con i Governatori, saranno al centro di una delle prossime riunioni della Conferenza Stato Regioni. Di «incontro particolarmente utile, proficuo e concreto» ha parlato il ministro Orlando «si sono individuati alcuni interventi di breve e medio periodo» sulla sicurezza sul lavoro, «è importante l’oggetto della discussione ma anche il metodo».

Positivi i giudizi dei leader sindacali. «Sono arrivate le prime risposte importanti dal governo - ha commentato Landini -. Si è definito un percorso con l’impegno nei prossimi giorni ad ulteriori convocazioni per entrare nel merito delle altre questioni». Il prossimo appuntamento dovrebbe riguardare la definizione del Protocollo con le parti sociali sull’attuazione del Pnrr, anticipa Landini, «considerando che gli investimenti del Piano hanno una ricaduta sia nazionale che locale», inoltre «abbiamo ribadito al governo la necessità che sui punti che la legge di Bilancio dovrà affrontare, cioè la riforma degli ammortizzatori sociali, pensioni, riforma fiscale, ci sia un confronto preventivo».

Football news:

Icardi non giocherà con Lipsia in Champions League oggi. Si sente male per la rottura con Wanda
Sergio Aguero: quando Pique e altri mi hanno parlato della decima stanza, ho già chiesto alla diciannovesima. Fati va una dozzina
Lo sceriffo, il capo del Gruppo D, sta andando Dall'Inter. Può fare un altro colpo e vincere?
Sulscher sulla situazione del Manchester United: naturalmente, la situazione non è divertente. Ma i progressi sono visibili
Dalla locomotiva vogliamo fare fare un falco pellegrino. La locomotiva ha spiegato lo stato di Rangnik, come cercare e vendere giocatori, perché sulla panchina Zorn
Wenger propone di introdurre un periodo di riposo obbligatorio per i giocatori e di fare pause per le partite nazionali meno spesso, ma più a lungo
L'attaccante di Lester Duck, cinque anni fa, ha giocato nel deserto africano. È stato trovato dallo zambiano Galiziano (mezzo russo!), Che ha venduto agli Ural lunga