Italy

Il partito gay alle Comunali Milano, Mauro Festa: «Ora basta delegare»

A ottobre, sulla scheda elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale, ci sarà una lista nuova, al debutto sulla scena politica: «Partito Gay per i diritti Lgbt+». Nel simbolo, sotto un fiore arcobaleno, altre tre parole: «Solidale Ambientalista Liberale».


Per la partecipazione alle elezioni municipali (anche a Roma e in altre grandi città) è tutto pronto, salvo la necessità di superare lo scoglio della raccolta del numero di firme necessarie per presentare la lista. Verrà presentato anche un candidato sindaco proprio, sul cui nome ancora non si sbilancia nessuno. Ma c’è già almeno un referente milanese, Mauro Festa, avvocato di 46 anni. Ed è lui a raccontare gli obiettivi della neonata formazione politica. «Le persone Lgbt non vogliono più delegare le loro istanze a terzi - spiega citando il programma già in rete -. Vogliamo creare un nuovo soggetto politico, che traduca le nostre idee e i nostri valori per un Paese moderno, inclusivo, solidale, ambientalista e liberale, insieme a chi Lgbt non è».


Un’operazione preparata a lungo, come sembra confermare la prontezza con cui l’avvocato Festa replica ad ogni obiezione. Una su tutte: c’era proprio bisogno di un partito gay? Non rischia di essere una sorta di autoghettizzazione dai possibili esiti controproducenti? «Siamo consapevoli che dovremo superare pregiudizi inevitabili di fronte a un partito con un nome come questo, senza peraltro poter contare su grandi risorse. Ma nel tempo abbiamo tentato, con il nostro voto, di far comprendere alle forze politiche quali fossero le preoccupazioni condivise da ampi settori della società che sono finora rimasti ai margini e non abbiamo trovato ascolto. I partiti, nessuno escluso, non hanno saputo o voluto dare risposta ai problemi, perché considerati divisivi».


In ottobre, però, a Milano si vota per rinnovare l’amministrazione comunale, mica il parlamento. «Certo, ma anche qui c’è tanto da rinnovare - insiste il referente milanese del Partito Gay - nonostante i passi avanti compiuti negli ultimi anni. Per esempio: qualcuno può spiegarci perché per richiedere i documenti relativi a un’unione civile bisogna rivolgersi all’ufficio per i matrimoni esteri? Non sono coppie italiane quelle? E poi - prosegue - ci sono “dimenticanze” per le situazioni che riguardano le persone Lgbt, così come ben poco è stato fatto per le strutture di accoglienza e protezione di chi ha bisogno di aiuto perché costretto ad allontanarsi dal contesto familiare». I problemi sono altri? «Ecco l’argomento che ci è stato sempre contrapposto: ci sono sempre ben altre priorità - conclude Mauro Festa -. Ed è anche e soprattutto contro questo “benaltrismo” che facciamo appello alle minoranze tutte di impegnarsi per un soggetto politico nuovo, capace di dare una voce forte a chi oggi non ce l’ha».

Football news:

Leeds ha colpito 2 colpi e ha segnato 2 gol. Man City ha 29 colpi e 1 gol
Guardiola sulla sconfitta da Leeds: Man City ha tenuto una partita molto buona. L'allenatore del Manchester City Pep Guardiola ha commentato la sconfitta contro il Leeds
Marcelo Biels: la vittoria della città sarebbe un risultato equo. Non sono stato io a battere Guardiola, ma i giocatori
Man City è rimasto a segnare 11 punti in 6 partite per diventare campione D'Inghilterra
Man City ha perso per la prima volta in 6 partite. La squadra è stata al massimo l'intero 2 ° tempo
Schuster sul preferito Clasico: il mio primo-abbiamo battuto il Real Madrid. Poi mi sono divertito a giocare a Clasico per Madrid
Klopp su man: le sue statistiche ora non possono essere chiamate belle, e lui ne è consapevole. Non mi Interessa la situazione