Italy

Il trailer di Alfredino – Una storia italiana, la serie sul dramma di Vermicino con Anna Foglietta

La tragica storia di Alfredo Rampi rivive in una miniserie di due puntate in onda su Sky, con un cast guidato da Anna Foglietta (nei panni della mamma Franca) e Vinicio Marchioni. Alfredino – Una storia italiana è una produzione Sky Original, di cui vi mostriamo il primo trailer. La messa in onda è prevista in due appuntamenti il 21 e 28 giugno su Sky Cinema e in streaming su NOW, per i quarant'anni dal quel fatto tremendo: il piccolo Alfredo cadde in un pozzo artesiano nel giugno 1981 e morì pochi giorni dopo. La vicenda ebbe un'enorme eco mediatica e fu un vero choc per tutti gli italiani, segnando una svolta significativa nella trattazione dei casi di cronaca da parte della tv.

Il cast di Alfredino – Una storia italiana

Come già annunciato ai tempi della sua partecipazione come madrina alla Mostra di Venezia, Anna Foglietta interpreta la madre di Alfredino, Franca Bizzarri. Il resto del cast di Alfredino – Una storia italiana comprende: Francesco Acquaroli è il comandante dei Vigili del fuoco Elveno Pastorelli; Vinicio Marchioni interpreta Nando Broglio, il pompiere che cercò di consolare il bambino; Luca Angeletti  è il padre di Alfredo, Ferdinando Rampi; Beniamino Marcone è il vigile del fuoco Marco Faggioli; Giacomo Ferrara  è Maurizio Monteleone, il secondo degli speleologi che provarono a recuperare Alfredo; Valentina Romani è la geologa Laura Bortolani; Daniele La Leggia è il caposquadra del gruppo di speleologi Tullio Bernabei, primo a calarsi nel pozzo; Riccardo De Filippis è Angelo Licheri, “l’Angelo di Vermicino” che fu l'ultimo a introdursi nel pozzo per provare salvare Alfredo; Massimo Dapporto è il Presidente della Repubblica Sandro Pertini. Si tratta dunque dei veri personaggi della vicenda, in una ricostruzione fedele ai fatti. La regia è di Marco Pontecorvo, la sceneggiatura di Barbara Petronio, anche produttore creativo, e Francesco Balletta.

La storia vera di Alfredino Rampi

La tragedia resta nota come incidente di Vermicino. Alfredo Rampi, di appena 6 anni, cadde in un pozzo artesiano in via Sant'Ireneo, in località Selvotta, una piccola frazione di campagna vicino a Frascati, dove il bambino stava trascorrendo una vacanza con i genitori, la nonna e il fratello Riccardo, nella seconda casa della famiglia. La sera di mercoledì 10 giugno, il bambino chiese di fare un tratto di strada da solo verso casa, attraverso i campi, ma non rientrò. Immediato l'intervento di polizia e vigili del fuoco, che lo ritrovarono in un pozzo precedentemente scartato dalle ricerche perché coperto da una lamiera (il proprietario lo aveva chiuso senza immaginare che il bimbo vi fosse caduto dentro). Alfredino, per giunta affetto da una cardiopatia congenita, era rimasto bloccato a 36 metri di profondità e i soccorsi durarono oltre tre giorni: inutili i ripetuti tentativi, tra scavi, tunnel paralleli e l'introduzione di vari soccorritori calatisi nel pozzo. Il 13 giugno venne dichiarata la morte del bambino con l'introduzione di una piccola telecamera fornita da alcuni tecnici della Rai; il corpo venne recuperato solo l'11 luglio. La Rai dedicò una diretta televisiva non stop a reti unificate della durata di 18 ore, che fu seguita col fiato sospeso da 21 milioni di persone. Proprio in quell'occasione fu coniata l'espressione "tv del dolore". Per molti anni la Rai vietò la messa in onda degli spezzoni più drammatici, sino a che non furono proposti nel 2011 a La storia siamo noi.

Football news:

Andrei Shevchenko: L'Ucraina ha trovato la forza di invertire il corso del gioco, andare all'attacco. La squadra ha dimostrato molto bene
Yarmolenko su 2:3: I Paesi Bassi sono una delle migliori squadre del mondo. Ma questo non è stato un gioco in una porta
Ilya Hercus: L'Olanda è più forte Dell'Ucraina. Classe è una classe
L'Ucraina ha perso 6 partite consecutive in euro, ripetendo l'anti-record della squadra jugoslava
Dumfries è diventato un giocatore della partita Paesi Bassi-Ucraina. Ha segnato il gol della Vittoria
Yarmolenko e Yaremchuk hanno segnato i primi gol Dell'Ucraina per L'euro dal 2012
L'emozione del giorno è il grido di Zinchenko. Ucraina ha giocato con 0:2, ma ancora perso