Italy

Italia travolgente: 3-0 anche alla Svizzera. E’ già agli ottavi. Gran notte di Locatelli (doppietta) e gol di Immobile. Pagelle

La grande notte di Manuel Locatelli: due gol alla Svizzera. Ora è più che mai nel mirino Juve (Foto ANSA)

ROMA – Evvai Italia!  Bum-bum Locatelli, ora più che mai nel mirino della Juve. Poi Immobile. Tre gol anche alla Svizzera, capaci di annichilire anche un vecchio lupo di calcio come il ct elvetico Petkovic. Che si è inchinato, signorilmente, alla squadra di Mancini. Spietata, inarrestabile, travolgente. Tre più tre uguale sei gol in due partite. Italia che è gia’ agli ottavi, ma per vincere il girone dovrà battere il Galles. Partita sulla falsariga delle precedenti: qualche concessione iniziale agli svizzeri, che gradualmente sono scomparsi sotto l’incalzare degli azzurri. Dopo dieci minuti, la squadra di Mancini ha preso il sopravvento, segnando prima con Chiellini (gol giustamente annullato dal VAR per fallo di mano), poi con Locatelli, ispirato dall’ottimo Berardi. L’infortunio a Chiellini è stato l’unico neo di un primo tempo chiuso in vantaggio meritatamente. Il raddoppio dello stesso Locatelli nella ripresa ha in pratica chiuso la partita, anche se alla fine ha segnato pure Immobile. Con questa vittoria, come detto, la squadra azzurra è entrata negli ottavi dove dovrebbe vedersela a Londra con la seconda del gruppo C, Austria o Olanda: dipenderà anche dallo scontro diretto con il Galles. Con un pareggio, gli azzurri saranno primi. La partita ha dato una conferma delle buone possibilità azzurre di raggiungere la parte alta del tabellone. Partita utile n. 29 (il record di Pozzo è un passo) e le vittorie consecutive sono diventate dieci.

LOCATELLI I – La Svizzera è praticamente fuori, dopo la vittoria del Galles sulla deludente Turchia. Mancini aveva confermato la formazione (con Di Lorenzo) che aveva battuto la Turchia. Verratti in tribuna. Lo stesso aveva fatto Petkovic. I cambi dell’Italia: al 24′ pt Acerbi per Chiellini; s.t. Toloi e Chiesa per Berardi e Insigne; al 41′ Pessina e Cristante per Locatelli e Barella. Le sostituzioni elvetiche: all’inizio della ripresa Gavranovic per Seferovic; al 12′ Widmer e Zuber per Mbabu e Schar; Vargas al 30′, al posto di Shaqiri; al 38′ Sow per Freuler. L’iniziale aggressività svizzera non ha dato per fortuna frutti concreti. Dopo dieci minuti, l’Italia ha cominciato a giocare e al 19′, su angolo da sinistra, Chiellini ha controllato il pallone con il braccio e ha poi insaccato. Annullato con l’ausilio del VAR. Subito dopo, il capitano azzurro ha avuto un problema muscolare ed è uscito. In campo Acerbi. Al 26′ su un’apertura profonda di Locatelli, Berardi è andato via sulla destra e dal fondo ha messo al centro: Locatelli. prontamente, ha insaccato. Immobile e Insigne hanno creato un’occasione, svanita di poco. Shaqiri e Rodriguez hanno confezionato un’azione pericolosa, ma ne hanno ricavato poco.

LOCATELLI II – Spinazzola, dopo una bella fuga, si è presentato davanti a Sommer. Ma ha messo fuori. Un tiro-cross da sinistra di Immobile ha impegnato il portiere svizzero. Nella prima parte, Italia in crescendo. Gli elvetici hanno cominciato in avanti anche nella ripresa. Poi al 7′, azione corale degli azzurri in profondità, sulla destra. Palla verso il centro e Locatelli di sinistro ha impallinato Sommer con un tiro basso e forte, fuori dalla portata del portiere elvetico. Gli azzurri hanno continuato a schiacciare in area gli avversati. Donnarumma ha fatto un doppio salvataggio su tiri di Zuber. Ma Berardi ha mancato di poco il tris. Immobile da sinistra è andato due volte in fuga e poi ha tirato fuori.

IMMOBILE – La Svizzera ha cercato di riaprire la partita. Ma ha preso il terzo gol da Immobile con un destro da fuori al 43′. L’Italia ha avuto nei soliti Berardi, Insigne e Jorginho i giocatori piu’ in evidenza. A Locatelli il grosso merito di aver sbloccato la partita e di aver raddoppiato, dopo il gol annullato a Chiellini. E’ stata una vittoria di squadra, netta. Donnarumma salvifico nella ripresa. Ora il Galles, che ha messo al tappeto la flaccida Turchia. Due partite, sei gol. Per cominciare, non male: i nostri hanno continuato a convincere.

Tabellino

ITALIA (4-3-3): G. Donnarumma 6.5; Di Lorenzo 7, Bonucci 7, Chiellini 6.5 (24′ pt Acerbi 6.5), Spinazzola 7.5; Barella 7 (42′ st Cristante sv), Jorginho 7.5, Locatelli 8 (41′ st Pessina sv); Berardi 7.5 (25′ st Toloi 6), Immobile 7, Insigne 7 (24′ st Chiesa 6.5). In panchina: Sirigu, Meret, Belotti, Emerson, Bernardeschi, Raspadori, Bastoni. Allenatore: Mancini 7

SVIZZERA (3-4-1-2): Sommer 5.5; Elvedi 5, Schar 5 (13′ st Zuber 6), Akanji 5; Mbabu 5 (13′ st Widmer 5.5), Freuler 6 (39′ st Sow sv), Xhaka 6, Rodriguez 5.5; Shaqiri 5.5 (31′ st Vargas 6); Seferovic 5.5 (1′ st Gavranovic 6), Embolo 5.5. In panchina: Mvogo, Kobel, Zakaria, Fassnacht, Benito, Mehmedi, Comert. Allenatore: Petkovic 5.5

ARBITRO: Karasev (RUS) 6

MARCATORI: 26′ pt Locatelli; 7′ st Locatelli, 44′ st Immobile

Ammoniti: Gavranovic ed Embolo

Angoli: 3-2

Football news:

Kuman ha respinto L'idea del Barça di acquistare Renata Sansches e Christian Romero
Barcellona non ha preso Morib per le tasse in Germania. Le parti non possono negoziare il Contratto
Bayern e Dortmund erano Interessati alla possibilità del trasferimento di Chiesa. Juve negato
La fantastica storia di un surfista australiano: ha conquistato il bronzo dopo una grave lesione al cranio (non poteva nemmeno camminare)
Aguero ha subito un trattamento con cellule staminali per riparare la cartilagine del ginocchio
Mills su Varan al Manchester United: non sono sicuro che sarà come Van Dijk about Diash. Nella Liga 6 partite difficili, senza contare la Champions League
Memphis Depay: non mi importa che mi chiamano ribelle. Suarez ha vinto molto non perché è l'uomo più dolce sul campo