This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Juventus, una rinascita a "corto muso": così Allegri ha rianimato i bianconeri

La svolta

Quarta vittoria consecutiva per 1-0 per la Vecchia Signora, tornata protagonista dopo un inizio di stagione difficile

Ancora un 1-0. La Juventus, nella terza giornata della fase a gironi di Champions League, ha espugnato il campo dello Zenit San Pietroburgo grazie ad un gol nel finale di Dejan Kulusevski. Un successo che permette ai bianconeri, primi nel proprio gruppo, di ipotecare il passaggio agli ottavi e che conferma la tendenza delle ultime settimane: quella del "corto muso". Per la formazione di Massimiliano Allegri si tratta infatti della quarta vittoria consecutiva per 1-0, dopo quelle con Chelsea, Torino e Roma. Un segnale della ritrovata solidità difensiva, che cancella i dubbi e le insicurezze di inizio stagione.

Juventus, una rinascita a "corto muso": Allegri e l'amore per gli 1-0

Nelle prime uscite stagionali la Juventus aveva sbandato non poco nel reparto arretrato, subendo ben dieci reti nelle prime sei giornate di campionato. Un dato allarmante, che ha spinto Allegri ha cambiare l'impostazione di gioco della sua squadra affidandosi ad un atteggiamento più conservativo e ad una manovra di rimessa, trascinata dalle folate di Chiesa e Cuadrado. Una mossa fedele alla teoria del "corto muso" tanto cara al tecnico livornese, che la enunciò per la prima volta al termine della partita di campionato persa contro la Spal nell'aprile 2019: "Nelle corse dei cavalli basta mettere il musetto avanti. Fotografia. Corto muso. Quello che perde di corto muso arriva secondo. Quello che vince di corto muso, primo".  Un teorema che Allegri sembra voler applicare non solo a lungo termine, ma anche nella singola partita.

Si parla di

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus, una rinascita a "corto muso": così Allegri ha rianimato i bianconeri