This article was added by the user Anna. TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

Kulusevski all’improvviso, Juve di corto muso contro lo Zenit: ipotecati gli ottavi

Un colpo di testa di Kulusevski nel finale regala il successo alla Juventus sul campo dello Zenit nel match della terza giornata della fase a gironi della Champions League 2021-2022. I bianconeri proseguono la propria marcia a punteggio pieno in vetta alla classifica del Gruppo H e ipotecano la qualificazione agli ottavi di finale.

Un lampo di Kulusevski nel finale lancia la Juventus verso la qualificazione agli ottavi di finale della Champions League 2021-2022. Dopo le vittorie contro Malmoe e Chelsea, i bianconeri a San Pietroburgo vincono 1-0 al termine di un match che ha riservato poche emozioni sbloccato da un colpo di testa dello svedese a 4′ dal novantesimo. Con questo successo i bianconeri salgono a quota nove punti e restano in testa alla classifica del Gruppo H davanti al Chelsea che nell'altro match del girone ha battuto 4-0 il Malmoe a Stamford Bridge.

Gara difficile fin dai primi minuti per la formazione di Massimiliano Allegri con i russi che abbassano il proprio baricentro affidandosi alle ripartenze. La Juventus però non riesce a trovare il varco giusto per sorprendere la retroguardia avversaria e si affida alle conclusioni di Federico Chiesa che però difetta di mira. Ad andare più vicino al gol nella prima frazione di gioco è invece lo Zenit con Claudinho che sfruttando un errore in uscita di Bernardeschi va alla conclusione chiamando Szczesny ad un non facile intervento.

Nella ripresa i bianconeri partono forte andando vicino al vantaggio con l'inserimento di McKennie sul preciso assist di Morata ma il suo tiro ravvicinato viene murato da Kritsyuk in uscita bassa. Altri errori in impostazione della formazione italiana permettono però allo Zenit di rendersi pericoloso prima con Malcom (murato da Bonucci) e poi ancora con Claudinho che sfiora il palo con una conclusione a giro favorita da un errore in marcatura di De Sciglio. I due allenatori tentano allora di sbloccare il risultato ricorrendo alla panchina: Allegri manda in campo Cuadrado, Arthur e Kulusevski, mentre Semak si affida al talento di Azmoun. Ad essere pericoloso è però ancora McKennie che di testa sul preciso cross di De Sciglio angola troppo la conclusione con il pallone che sfiora il palo e si spegne sul fondo. Neanche l'ingresso di Kean al posto di Morata sembra riuscire a sbloccare l'equilibrio ma un lampo di Kulusevski all'86' regala il gol vittoria ai bianconeri che proseguono così la sua marcia a punteggio pieno verso gli ottavi di finale della Champions League.