Italy

L’epidemia non arretra: in aumento tutti gli indicatori. Record di morti nel vicentino: 8

Non arretra, anzi, ancora l’epidemia da nuovo Coronavirus nel Vicentino, che oggi ha registrato un record di decessi: ben 8, 6 all’ospedale di Vicenza (una 76enne e una 78enne di Sovizzo, un 80enne di Castegnero, un 98enne di Torri di Quartesolo, un 81enne di Arcugnano e un 76enne di Quinto Vicentino) e due in quello di Santorso (una 87enne di Zugliano e un 68enne di Posina). Complessivamente sono 48 le persone morte nella provincia di Vicenza positive al Covid-19.

Che non arretra, lo dicono i numeri delle due Aziende Ulss, la 7 Pedemontana e la 8 Berica. Cresce infatti il numero di contagiati (937 contro gli 870 di ieri) e dei ricoverati (258 contro i 244 di ieri). Stabile il numero dei pazienti in terapia intensiva: 42 contro i 43 di ieri (ma tenuto conto della quantità di decessi, non è una buona notizia): 27 sono ricoverati all’ospedale San Bortolo, 9 nel covid hospital di Santorso e 6 all’ospedale di Bassano. 2408 le persone in isolamento domiciliare (erano 2280 ieri sera).

La situazione negli ospedali

Sono 80 i ricoverati all’ospedale di Santorso, centro di riferimento per l’epidemia, 91 a Vicenza, 39 a Bassano, 20 ad Asiago, 18 a Noventa e 10 a Valdagno. All’ospedale di Santorso oggi sono stati installati dieci nuovi ventilatori, 3 a Bassano. Nel laboratorio di analisi di Santorso è stata anche installata la nuova apparecchiatura per portare la capacità autonoma di lavorazione dei tamponi ad oltre 300 test al giorno. Il piano dei tamponi ai dipendenti, medici convenzionati, operatori sanitari pubblici e privati ed addetti ai servizi essenziali a contatto con il pubblico nell’Ulss 7 è rallentato a causa dell’overbooking del laboratorio analisi di Padova, ad oggi nostro riferimento per tali analisi.

Sei i reparti dedicati al coronavirus all’ospedale San Bortolo: malattie infettive, hospice, geriatria, medicina generale, terapia intensiva e unità coronarica intensiva cardiologica. A questi si aggiungo dei posti letto per post acuti (pazienti covid prossim alla dimissione) all’ospedale di Noventa. Un nucleo covid è infine operativo all’ospedale San Lorenzo di Valdagno. Oggi al San Bortolo vi sono state sette dimissioni e due pazienti che, visto il miglioramento, son stati trasferiti dalla rianimazione al reparto malattie infettive.

I dati veneti

Sono 7202 i contagiati in Veneto alla sera di giovedì 26: 267 più del bollettino regionale di questa mattina alle otto. Il report di questa sera alle 17 conta nella regione 1826 ricoverati (+53 rispetto a stamane), 336 dei quali in terapia intensiva (+10). 536 i dimessi e 308 i decessi (+21 nelle ultime dieci ore).

Articolo precedente