This article was added by the user . TheWorldNews is not responsible for the content of the platform.

La vera Alessandra Ambrosio può aiutare Cazzaniga, lui ci spera: “Chissà che non nasca un’amicizia”

L’ex azzurro di pallavolo Roberto Cazzaniga sta provando piano piano a rimettere in sesto la propria vita dopo la terribile mazzata della scoperta che la sua adorata fidanzata Maya non esiste. In questa storia da film entra ora in gioco la vera Alessandra Ambrosio: è il più classico dei colpi di scena.

Rinascere a 42 anni, risvegliarsi dal sonno della ragione, riprendere in mano le redini della propria vita. Roberto Cazzaniga sta provando a risalire la china dopo la mazzata ricevuta quando Le Iene hanno smascherato la crudele truffa ordita ai suoi danni dalla donna che per 15 anni gli ha fatto credere di essere una bellissima modella brasiliana di nome Maya, che a suo dire altri non era che addirittura la top brasiliana Alessandra Ambrosio. La voce al telefono era suadente, le foto inviate erano quelle meravigliose ‘rubate' dai profili social della vera Ambrosio, le richieste continue di soldi con le più improbabili scuse erano il cuore vigliacco della truffa.

Il pallavolista milanese, ex nazionale azzurro ed attuale capitano della squadra pugliese di Gioia del Colle, si è rovinato per mandare soldi alla donna per la quale piangeva quando lei gli diceva che stava male e che si doveva operare al cuore, la donna che si affrettava ad aiutare versando soldi sulla Postepay quando lei gli raccontava che aveva il bancomat bloccato. Situazioni inverosimili che Cazzaniga aveva trasformato nella sostanza delle sue giornate, inseguendo per lustri il fantasma dell'amore che chiunque sognerebbe. Col dettaglio non secondario che lui quella donna non l'aveva mai incontrata dal vivo.

La sua fidanzata ‘virtuale' – la cui voce appartiene a Valeria Satta, una disoccupata cagliaritana con due figli – lo ha letteralmente gettato sul lastrico: in tutti questi anni il giocatore ha spedito alla donna una cifra complessiva di 700mila euro e ora si ritrova indebitato per 60mila euro. Fortunatamente quegli stessi amici e compagni di squadra che hanno prima presentato una denuncia contro ignoti – quando hanno capito che qualcosa non andava – e poi hanno contattato Le Iene, adesso sono ancora al fianco di Cazzaniga per sostenerlo in questo momento drammatico della sua vita. Non soltanto moralmente, ma anche dal punto di vista del supporto economico: la raccolta fondi aperta sulla piattaforma Gofundme ha superato i 20mila euro e tra le donazioni spiccano i 500 euro di Massimo Righi, presidente della Lega Pallavolo di Serie A, oltre ai 400 di un anonimo.

La gente si è mossa a pietà per la storia surreale e dolorosa di questo gigante buono, un uomo solo ed ingenuo, la cui debolezza è diventata il terreno fertile per persone cattive e senza scrupoli. La vicenda di Cazzaniga ha avuto ampio risalto non solo in Italia: ha fatto il giro del mondo ed è approdata anche in Brasile, patria di Alessandra Ambrosio. I post su Instagram della 40enne modella sono stati invasi dai commenti di chi le parla del folle amore del pallavolista e delle sue attuali difficoltà: molti le chiedono di intervenire in prima persona per aiutarlo e qualcosa potrebbe presto muoversi in tal senso. I media brasiliani hanno contattato lo staff della Ambrosio, ma al momento la supermodella non ha voluto commentare.

Chi invece sta parlando e si sta liberando del peso enorme che ha sul cuore è Cazzaniga, intervistato dal canale brasiliano RecordTV. Il pallavolista ha ripercorso le tappe del vortice di menzogne e fascinazione che lo ha prima incatenato in un amore sordo a qualsiasi avvertimento della ragione e poi lo ha ridotto sul lastrico. L'ex azzurro ha detto di non avere avuto altre relazioni in 15 anni e di essere rimasto fedele alla finta Alessandra Ambrosio, anche se non l'ha mai vista. "Ovviamente mi dispiace non stare con lei, perché come tutti sanno è una bellissima donna. Ma chissà, tra noi può nascere un'amicizia – sorride Roberto, che poi spiega che innamorarsi nuovamente sarà molto difficile – In questo momento credo poco nell'amore, ho bisogno di superare un trauma di 15 anni". La strada è lunga e in salita, ma con l'aiuto delle persone che gli vogliono bene Cazzaniga ce la può fare. E vedi mai che uno di questi giorni non riceva una telefonata da Alessandra Ambrosio, ma stavolta non con la voce sarda…