Italy

Le mani dei clan negli appalti della sanità di Reggio Calabria: 16 arresti (9 in carcere), ai domiciliari consigliere regionale dell’Udc

Giustizia & Impunità

Le mani dei clan negli appalti della sanità di Reggio Calabria: 16 arresti (9 in carcere), ai domiciliari consigliere regionale dell’Udc

Dipendente dell’Ansaldo Breda ed eletto nel 2020 nella lista dell’Udc, Nicola Paris è finito agli arresti domiciliari con l’accusa di corruzione. Nell'ambito dell'operazione Inter Nos, sequestrati beni per 12 milioni di euro

Il consigliere regionale calabrese Nicola Paris (in foto) è finito agli arresti domiciliari nell’ambito dell’operazione “Inter Nos” scattata stamattina all’alba. La guardia di finanza ha eseguito 17 misure cautelari. Su disposizione del gip Karin Catalano, 9 indagati sono finiti in carcere, 7 ai domiciliari e per uno è stata disposta l’interdizione. L’inchiesta, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia e dalla Procura ordinaria di Reggio Calabria, ha riguardato le infiltrazioni della ‘ndrangheta negli appalti della sanità reggina. Su richiesta del procuratore Giovanni Bombardieri, dell’aggiunto Gerardo Dominijanni e dei pm Walter Ignazitto, Giulia Scavello e Marika Mastrapasqua, le fiamme gialle hanno sequestrato imprese per oltre 12 milioni di euro. I provvedimenti sono stati eseguiti dai finanzieri del comando provinciale e dello Scico nelle province di Reggio Calabria, Catanzaro, Roma, Livorno, Verona e Milano. Le indagini hanno dimostrato l’infiltrazione della ‘ndrangheta nell’economia legale. I pm, infatti, hanno dimostrato come le cosche si sono infiltrate negli appalti dell’Azienda sanitaria provinciale.

Dipendente dell’Ansaldo Breda ed eletto nel 2020 nella lista dell’Udc, Paris è finito agli arresti domiciliari con l’accusa di corruzione. L’inchiesta, però, è molto più ampia e riguarda diverse famiglie mafiose del reggino. Tra gli arrestati, infatti, ci sono soggetti intranei o ritenuti vicini alle cosche Serraino di Reggio Calabria, agli Iamonte di Melito Porto Salvo e ai Floccari di Locri. L’indagine della guardia di finanza ha fatto luce su un’associazione a delinquere finalizzata al condizionamento degli appalti per le pulizie e alle varie proroghe. A questo vanno aggiunti diversi episodi di corruzione finalizzati al pagamento privilegiato di fatture. Nel periodo della pandemia, inoltre, i pm hanno riscontrato irregolarità legate alle sanificazioni e alle mascherine.

Ritornando al consigliere regionale Paris è accusato di essere stato vicino ai soggetti legati alla ‘ndrangheta di Melito Porto Salvo e di Reggio Calabria. In particolare, secondo la Procura di Reggio Calabria, si sarebbe impegnato per la conferma di un funzionario infedele che avrebbe favorito i clan. Tra gli arrestati, infatti, ci sono anche alcuni funzionari dell’Asp come il direttore finanziario dell’Azienda sanitaria. Nicola Paris era stato eletto con il centrodestra nel 2011 al Consiglio comunale di Reggio Calabria, poi sciolto nel 2012 per infiltrazioni mafiose. Rieletto con il centrosinistra nel 2014 a Palazzo San Giorgio, nel 2020 è tornato a destra e si è candidato alla Regione con l’Unione di Centro. Eletto a Palazzo Campanella, sede del Consiglio regionale, con 6358 voti Paris è componente delle commissioni permanenti “Assetto del territorio”, “Politiche sociali e del lavoro” e delle commissioni speciali “Statuto e regolamento”, “Controllo e garanzia”. È inoltre consigliere delegato ai “Grandi eventi e tradizioni popolari” e all’edilizia scolastica.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Riforma Giustizia, terminata la conferenza dei capigruppo: ‘Governo metterà fiducia, il voto domani’. Bocciate pregiudiziali costituzionalità

next
meteo

Football news:

Emery su 0:0 con il Real Madrid: Villarreal giocato correttamente. Li abbiamo neutralizzati
Butragueno su 0-0 con Villarreal: Nacho è stato un calcio di rigore, il contatto con Albiol è evidente
Courtois su 0:0 con Villarreal: un punto del Real Madrid non è sufficiente. Volevano tutti e tre dopo la sconfitta di Atlético
Hai sentito Hey Jude alle partite di Brentford? 50 anni fa, l'annunciatore includeva una canzone per la fidanzata-i fan si trasformarono in un inno
Inzaghi su 2:2 con Atalanta: C'è un sapore amaro. L'Inter ha guadagnato la vittoria
Klopp su 3:3 con Brentford: partita pazza. Hanno dato il Liverpool battaglia e hanno guadagnato un punto, rispetto
Sulscher si lamenta che il Manchester United ha meno probabilità di guadagnare un rigore. Non dà la colpa a Klopp ![](images/4/1/1632596896514_r.Jpg)